Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘libertà’

tempo

Nell’analisi della situazione politica italiana un elemento di fondamentale importanza da tenere presente  è il fattore tempo.

Al tempo sono legate, scadenze, decisioni e responsabilità, a volte capita che per diverse circostanze, tali aspetti si intersecano tra di loro dando vita ad altrettanti fattori di crisi che se non vengono risolti nel breve periodo, rischiano di diventare congiunturali al sistema, lasciando la collettività sempre più delusa, confusa e arrabbiata!

Scadenze del tipo ricollocamento dei titoli pubblici in scadenza, fine mandato Presidenziale, Fiscal compact da raggiungere – riduzione automatica del deficit-, misure di correzione del bilancio etc. Tali scadenze comportano delle decisioni da assumere da cui deriveranno in relazione agli esiti, responsabilità in senso positivo o negativo.

Più passa il tempo, più non si trovano soluzioni, più la situazione si complica!

Se tutto funzionasse a rigor di logica, tutti coloro che sono stati responsabili del collasso economico, sociale e culturale, in cui l’Italia è precipitata, dovrebbero essere puniti, almeno nel medio periodo, cosa che in parte si è verificata con le ultime elezioni politiche febbraio 2013, con l’affermarsi di due grossi raggruppamenti rappresentati dal Movimento 5 Stelle 25,5% e coloro che si sono astenuti in media attorno al 25,1%. In relazione ai dati appena espressi, possiamo concludere che oltre il 50% degli italiani ha espresso un voto di protesta e/o di cambiamento?!

Tuttavia esiste ancora uno zoccolo duro che prescindendo da qualsiasi gestione ha confermato la propria fiducia ai partiti classici, ma c’è anche da dire prescindendo dalle forti responsabilità del corpo elettorale –vi ricordate l’intervento di Claudio Bisio al festival di Sanremo (?!)- che a discolpa di quest’ultimo c’è da addurre che è andato a votare con una pessima legge elettorale, con la quale in buona sostanza si certifica chi è stato già nominato dall’alto, pur dando atto a chi si è sforzato con delle primarie di dare maggiore democrazia e trasparenza al voto!

Sia pure in misura differente le responsabilità si dovrebbero spalmare sia sugli Organi di rappresentanza –i partiti- sia su quelle Istituzioni che hanno condiviso con un atteggiamento di  laissez-faire (lasciar fare) la gestione della “Cosa Pubblica”, in questo calderone ci sono un pò tutti e in misura differente Corte Costituzionale, Corte dei Conti, Presidenza della Repubblica, Consiglio di Stato –funzioni di controllo- e poi CNEL a cui bisogna aggiungere le profonde responsabilità delle organizzazioni sindacali e non ultime la connivenza con i poteri forti delle testate giornalistiche che lontane da un’informazione imparziale, scendono in campo solo per difendere gli interessi dei loro editori!

Sempre a proposito di responsabilità, essa la possiamo suddividere in due grossi blocchi:

           QUELLA DEL FARE E QUELLA DEL NON FARE

a-       Quella di aver fatto scelte pessime, pessimi uomini, pessime leggi!

b-      Quella di non aver fatto nessuna scelta, gli ignavi…!

 

Nella prima vi colloco uomini e coalizioni che derivano dai partiti classici dell’arco costituzionale!

Nella seconda cerchia vi pongo movimenti del tipo 5 Stelle il cui immobilismo è fonte di disagi e problemi, e in parte anche coloro che si sono astenuti!

Intanto il tempo trascorre inutilmente e con esso anche la vita e le speranze di tutti coloro che in qualche modo avrebbero diritto di ottenere, ora o mai più, un diritto ad una vita più dignitosa, almeno per essere definita tale!

Annunci

Read Full Post »

Caro Presidente

“Supereremo anche questo momento”

Questa è la dichiarazione che il Presidente della Repubblica Italiana ha rilasciato ai giornali, riferendosi al terremoto avvenuto in Emilia.

Faccio una piccola premessa prima di iniziare a commentare questa affermazione: Rivendico il diritto di esprimere liberamente il mio pensiero, in forte contrasto con alcune scelte del Nostro Presidente della Repubblica, senza per questo poter essere tacciato di ledere in alcun modo il Presidente, questo lo dico perché molto spesso ho avuto l’impressione che qualsiasi opinione critica nei confronti della più alta carica dello Stato, viene sempre rielaborata in un’ottica di attentato, vilipendio nei confronti di un Organo che per definizione è Super Partes e in quanto tale godente del dogma dell’infallibilità…!?

Supereremo anche questo momento…ha dichiarato il Presidente Napolitano, francamente mi chiedo:<< Ma in quale Paese crede di vivere il Nostro Presidente?

O quale Paese pensa di rappresentare? Perché se si riferisce ai terremoti, faccio presente che nelle zone colpite dal sisma dell’ottanta, le persone vivono ancora nei prefabbricati, in Abruzzo, per il terremoto del 2009, la situazione è ancora in alto mare, la ricostruzione non parte, il territorio è dilaniato dal punto di vista strutturale, inoltre il terremoto ha fortemente segnato da un punto di vista economico quelle zone, molte attività non sono mai più riprese e si registra una depressione coincisa con il sisma e consolidata dalla crisi.

Supereremo anche questo momento! Forse il Presidente si riferiva alla mafia? Oppure al terrorismo? O alla corruzione? O al problema della disoccupazione, o dei servizi sociali, o alla forte sperequazione che esiste in Italia?

TUTTI MOMENTI SPLENDIDAMENTE SUPERATI!!!

Mi permetto in tutta umiltà, di far presente al Nostro Presidente della Repubblica, di quale Stato è il rappresentante.

–          L’Italia è al primo posto per disavanzo (indagine dell’Economist).

–          L’Italia è tra gli ultimi Stati per il debito pubblico in percentuale sul PIL -118.10- (fonte Eurostat).

–          L’Italia è al terzo posto, dopo Svezia e Danimarca per tassazione elevata (fonte Confesercenti).

–          L’Italia è al 42° posto dopo il Kazakhstan e la Turchia, per competività (fonte IMD, International Institute for Management Development con sede in Svizzera).

–          L’Italia è al 24° posto per l’ISU, cioè l’Indice Sviluppo Umano, cioè l’indice che misura il livello di benessere di una nazione, esaminando valori quali vita, istruzione,reddito nazionale lordo procapite (fonte ONU da Wikipedia).

–          L’Italia è al 23° posto per vivibilità (indagine Newsweek).

–          L’Italia è al 61° posto su 178 Stati per la libertà di stampa, dopo il Burkina Faso, la Tanzania e la Namibia con tutto il rispetto per queste nazioni- Anno 2012 (fonte Reporter senza frontiere Sez. Italiana).

–          L’Italia è al 67° posto come Paese in cui dilaga la corruzione, CPI, veniamo dopo il Ruanda e Macao (fonte Trasparency International da Wikipedia).

–          L’Italia su 167 Stati, è al 31° posto come paese DEMOCRATICO, la nostra democrazia viene classificata tra gli Stati a Democrazia Imperfetta; faccio notare che anche la Presidenziale Francia viene classificata al 29° posto, come democrazia Imperfetta! (fonte The Economist da Wikipedia).

Questi sono solo alcuni dei parametri che stigmatizzano in maniera ufficiale il “bel Paese”, di cui Napolitano è il primo Cittadino, sono dati di fatto che ho riportato fedelmente, tra l’altro vorrei ricordare che Il Presidente Napolitano è parlamentare, sempre rieletto, dal 1953.

E come se non bastasse la ciliegina:<< La “festa” della Repubblica del 2 Giugno si farà, ma sarà una “festa” sobria, in memoria del terremoto in Emilia la “festa” sarà per la solidarietà e la memoria… … …”la festa”!

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: