Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 giugno 2017

25c1caca75e8f0c746bd8c2d44434e96

Non sono un esperto di cultura islamica, ne tantomeno un esegeta del Corano, quindi volendo esprimere un’opinione, lo farò attraverso l’unico metodo di cui dispongo le minime cognizioni: cioè quello storico.

Attraverso il metodo storico, vorrei fare due riflessioni, una di natura prettamente storiografica: La massima espansione dell’Islam si è verificata tra il 661/750 con cui i mussulmani riuscirono a spingersi sino a conquistare buona parte dell’odierna penisola iberica e a influenzare buona parte delle regioni poste a sud del Mediterraneo; in seguito l’impero Ottomano tra il 1453/1566 si è spinto sono a conquistare i Balcani e spingersi sino alle porte di Vienna 1683, nonostante tutto, nonostante la forza militare, politica ed economica di questi due imperi, fosse infinitamente superiore a quella di coloro che pretendono in nome dell’Islam di conquistare l’occidente, entrambi gli imperi furono sconfitti, ricacciati nei loro territori e più volte “ricondotti all’ordine” da incursioni europeei. Ora cosa farebbe pensare a una forza come quella che si riconduce all’ ISIS, infinitamente inferiore per uomini e mezzi di abbattere l’occidente?

Il terrorismo di matrice islamica è un’arma oltre che vile anche perdente in partenza, molto più preoccupante è quella di natura demografica, in quanto per ragioni di nascite educazione e proselitismo, la popolazione mussulmana è destinata ad essere superiore a quella cristiana e data la tolleranza di quest’ultima nei confronti dell’ISLAM e alla supremazia della democrazia in occidente, possiamo aspettarci anche una modifica del Diritto, Jus Gentium in nome della Shiaria che si ispira direttamente al Corano.

L’altro elemento storico si rifà direttamente all’interpretazione dei testi Sacri, in particolar modo al Vecchio Testamento: personalmente devo ammettere che non mi è mai piaciuta la natura, la composizione e l’interpretazione del Vecchio Testamento, che spesso ci offre, come mi sembra faccia il Corano, l’immagine di un Dio guerriero, di un Dio sterminatore, vendicativo, che per difendere il “Suo” popolo, ammazza e stermina gli altri popoli, compresi i bambini – vedesi le dieci piaghe dell’Egitto-. Probabilmente, in tutte le ipotesi… ci si trova di fronte a personaggi letterari e sarebbe un errore “madornale (!?)”contestarne la loro rilevanza ed esistenza storica, in nome della quale ad esempio, Israele pretende ancora di ottenere i territori in Palestina e qualcuno di punire o conquistare l’occidente e Roma!

Gesù, come Socrate o Confucio non ha mai scritto nulla del proprio pensiero, quello che sappiamo di Gesù è quello che altri hanno trascritto circa gli insegnamenti di Cristo, ed altri ancora hanno selezionato e catalogato, vedi la differenza tra vangeli ufficiali e apocrifi!? Quindi non conosciamo il pensiero di Cristo, ma quelli che altri hanno interpretato circa gli insegnamenti di Cristo!? Non a caso John P. Meier, un cattolico oggettivo, nel Suo libro: Un Ebreo marginale, ripensa la figura del Gesù storico, considerandolo, insieme ai Suoi seguaci, personaggi marginali, diverso è il discorso per San Paolo, il vero fondatore del Cristianesimo.

Eppure per alcune religioni quello che è scritto in alcuni testi sacri è inamovibile, anzi alcuni ritengono che un dio possa ordinare al proprio popolo di sterminare un persone infedeli e per questo sacrificio meritare un paradiso con 90 vergini… per farci cosa?! Oscenità in Paradiso???

La verità è un’altra?! Gli aforismi di Gesù, nel volumetto: The Logia of Jeshua, tradotto da Guy Devemport e Benjamin Urritia, ci parla: << Il regno di nostro padre non verrà mentre la gente sta a guardare: nessuno potrà dire: Guarda qui! O eccolo là! Perché il regno è dentro di voi e attende che lo troviate>>.

Quindi il regno di Dio, è una parte sconosciuta della nostra interiorità e non può essere collocata nello spazio e nel tempo.

E per quelli il cui loro essere è solo un abisso?

:<< Separato da ciò che attira e trascina quello che io sono,

Se ne sta divertito, compiacente, compassionevole, inattivo, unitario,

Guarda dall’alto, è eretto, o appoggia un braccio a un impalpabile sicuro sostegno,

Con la testa piegata di lato, curioso di ciò che verrà dopo,

Dentro e fuori dal gioco, osservando e meravigliandosi.

Deluso, respinto, piegato contro la terra,

Oppresso da me stesso, che ho osato aprir bocca,

Conscio ora che tra tante vane parole, i cui echi ricadono su di me, non ho avuto la minima idea di chi o che cosa io sia,

Ma che di fronte a tutti i miei arroganti poemi il mio vero Io intatto si aderge, inespresso, tuttora inattinto,

E, ritiratosi lungi, mi arride con beffarde congratulazioni e inchini,

Con scrosci di lontane risate ironiche per ogni parola che ho scritta,

In silenzio indicando questi canti, e poi la sabbia che m’è sotto i piedi.

Di Dio non so;

Ma questo so;

Non concepisco alcun essere più meraviglioso dell’uomo.

Io credo in te anima mia, e l’altro che io sono non deve umiliarsi davanti a te né tu davanti a lui>>.

 

Walt Whitman

Leggerlo mi ha reso felice… … …

 

Annunci

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Ispace Ligth

mistero,curiosità e tanto altro ancora...

El País de las Hadas by Isabel Jiménez

.....pequeñas historias...

Samantha Perazzani

Travel Blogger & Influencer

Nareszcie urlop

English & Polish TravelBlog / Poland, Europe, the World

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

il blog di Marco Costarelli

... smettiamola di correre senza motivo!

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(ho visto bulbi che piangevano rugiada bicolore)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: