Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2017

images

Le disuguaglianze nel lavoro durante la crisi: testimonianze dall’Europa

Rapporto ILO

 

L’ILO ha pubblicato lo studio “Work inequalities in the Crisis: evidence from europe” (“Le disuguaglianze nel lavoro durante la crisi: testimonianze dall’Europa”). Il quadro tratteggiato dagli esperti illustra quanto la crisi abbia notevolmente aumentato il livello di diseguaglianza tra i lavoratori, indebolendo ulteriormente il mondo del lavoro e le possibilità di ripresa. Lo studio analizza la situazione nei diversi stati europei ed evidenzia le conseguenze delle diverse politiche di austerità applicate, mettendo in luce anche gli effetti microeconomici della crisi e i conseguentie effetti per le imprese, le diverse categorie di lavoratori e aree di lavoro.

Categoria che ha pagato pesantemente il costo della crisi è quella dei lavoratori temporanei.
Lo stato più colpito da questo fenomeno è la Spagna, dove il 90% delle perdite di posto di lavoro ha riguardato questa tipologia di lavoro.

Altra categoria duramente colpita è quella dei giovani tra cui il tasso di disoccupazione è quasi il doppio dei lavoratori più anziani. La situazione è più grave nei paesi baltici e in Irlanda, Grecia e Spagna.

lavoratori poco qualificati sono pure stati tra i primi a perdere il posto di lavoro in conseguenza al taglio di personale operato soprattutto dalle industrie manifatturiere.

Infine sono peggiorate sensibilmente le condizioni di parità tra generi. Le donne sono state più spesso vittime di discriminazione, sono state licenziate prima dei loro colleghi uomini e hanno dovuto accettare pesanti riduzioni di salario.

In sintesi le categorie di lavoratori più deboli sono le prime a subire gli effetti della crisi e quelle che ne pagano più fortemente le conseguenze. Si è andata quindi allargando la forbice tra le categorie di lavoratori, anche sul piano della scala salariale.

 

Lo studio però, oltre a enumerare i fattori critici, si sofferma anche nell’illustrare esempi di buone pratiche e soluzioni applicate in alcuni stati membri dell’Unione europea.

Esemplificativo il caso della Germania dove si parla addirittura di “miracolo tedesco”. Qui il basso tasso di disoccupazione è stato mantenuto grazie ad una politica di riduzione dell’orario di lavoro e aumento dei contratti. LaSvezia invece si è distinta per le politiche a favore dell’occupazione giovanile, mentre l’Italia è citata per il ricorso alla cassa integrazione come valido ammortizzatore sociale capace di contenere gli effetti immediati della disoccupazione.

Si citano poi le politiche di intervento pubblico per finanziare specifici comparti produttivi come il settore edile e quello dell’automobile. Valido aiuto nell’affrontare le conseguenze della crisi è stato anche quello di promuovere azioni di negoziazione e dialogo sociale, che hanno portato a trovare soluzioni alternative al licenziamento.

 

In conclusione gli esperti curatori della studio diffuso da ILO lanciano un monito e avvertono che le politiche di austerità che hanno lo scopo di promuovere la competitività, tra le quali per esempio il blocco dei salari minimi, potrebbero avere come conseguenza l’aumento delle diseguaglianze e quindi una maggiore vulnerabilità di una grossa fetta di popolazione. Dall’analisi attenta di tutti questi fattori emerge quindi la necessità che le lotte alle diseguaglianze debbano essere poste ai primi posti delle politiche del lavoro dai responsabili politici e dagli attori economici di tutti gli stati membri. Senza un intervento serio per sanare i divari tra diversi lavoratori non sarà quindi possibile combattere pienamente la crisi, evitare l’esclusione sociale di una larga parte della popolazione e avviare quindi qualsiasi possibilità di ripresa.

Annunci

Read Full Post »

7clp65

Oscar Farinetti grande imprenditore piemontese, fondatore di Eataly e guru dell’ex premier Matteo Renzi, di recente lo si vede in TV con uno spot di una nota azienda di telecomunicazioni. Ecco, non so se avete fatto caso al testo di quello che dice?! Parole in libertà, senza senso, presumo che il problema sia dei pubblicitari ma anche dello stesso Farinetti che ha accettato di dire frasi senza senso!!!

Mi direte perché?! Adesso ve lo spiego!

Farinetti inizia lo spot dicendo:<< Mi piace mettere insieme memoria e futuro!>> e poi conclude :<< Ecco perché mi piace dimenticare il passato e ricordarmi solo del futuro!>> Ora vorrei capire come fa uno a mettere insieme memoria e futuro se gli piace dimenticare il passato dal momento che la memoria si fonda sul passato?!!! In pratica a uno che gli piace dimenticare il passato come fa ad avere memoria delle tradizioni su cui si basa buona parte dello sloow food su cui Farinetti ha costituito il proprio impero?!

Mah! Farinetti sarà pur bravo a fare soldi, ma è meglio che si limiti a quello, di questi tempi è già tanto, e che ci risparmi le lezioni sullo stile di vita!

Read Full Post »

 

trasferimento

Sabato scorso, mi è capitato di ascoltare una trasmissione sul canale televisivo La7. Il titolo della trasmissione è Omnibus condotto dall’ottimo giornalista Marco Fratini. VI consiglio caldamente di vederVi questa puntata se volete una volta per tutte chiarirVi le idee sull’Unione Europea!

Procedete pure velocemente nel dibattito, ma ascoltate gli interventi del Prof. Marcello Minenna e dell’analista Andrea del Monaco, gli altri ad eccezione del Prof. De Masi, li potete tranquillamente saltare perchè banali o addirittura idioti, in particolare i due da Milano!!!

P.S. Questo non è un invito a seguire le trasmissioni socio-politiche-economiche e culturali di La7, che hanno tutte lo stesso problema cioè discutere dei soliti problemi con i soliti ospiti ma combinandoli in maniera differente, si produce quasi sempre lo stesso risultato, ossia un’informazione mediocre, salvo poche, purtroppo rare eccezioni!!!

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Ma che Bontà

Le ricette di Cle - Cle's delicious recipes

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Travel & Lifestyle Blogger

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

il blog di Marco Costarelli

... smettiamola di correre senza motivo!

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un esoscheletro. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: