Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2016

hqdefault

Elodie – L’Imperfezione Della Vita

Quanto costa la paura
Di non essere un vincente
Quando ad evitare tutto
Vali la metà di niente
Hai provato tante cose
Che non sai più chi sei
Sei cambiato tante volte
Che ti senti trasparente
Quanto vale ritrovarsi
Dentro al vuoto di una sera
Nel silenzio più profondo
Quella forza che non c’era
Sai che a volte quel che prendi
Poi ti sfugge tra le dita
È difficile accettare l’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
È difficile accettare l’imperfezione della vita

Ho bisogno di tornare
Dove tutto era partito
Ripercorrere ogni strada
Contromano all’infinito
Fino a quando poi di nuovo
Dare un peso al tuo respiro
E spogliarti di ogni cosa
Con cui ti hanno vestito
Perché non si può trovare
A tutto quanto una risposta
Ma tutta questa tua fatica
Vale il prezzo della corsa
Perché a volte ci si arrende
Prima che sia finita
È difficile accettare l’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
È difficile accettare l’imperfezione della vita
Stai sulle punte senza paracadute
Sopra ad un filo
Sai che non puoi mai guardare giù
Quindi trattieni il tuo respiro

L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita, della vita, della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita, della vita, della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
È difficile accettare l’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
L’imperfezione della vita
È difficile accettare l’imperfezione della vita
Quanto costa la paura
Di non essere un vincente
Quando ad evitare tutto
Vali la metà di niente

Annunci

Read Full Post »

giochi-di-prestigio-quattro-assi2

Quando gli italiani vengono chiamati al voto, c’è sempre qualcuno che tira fuori lo SPREAD! La versione ufficiale è che aumentando l’incertezza sul futuro dell’Italia, aumenta anche lo SPREAD, salvo poi a ritornare a livelli di guardia subito dopo le elezioni!. In realtà ho l’impressione che in Europa e nel mondo in generale ci siano delle organizzazioni extra-governative, che riescono con le loro decisioni a condizionare le scelte di interi popoli che hanno l’illusione di vivere in una vera democrazia.

Il combinato disposto tra banche private di affari, -Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan Chase, – agenzie di rating -Standard & Poor’s, Fitch Ratings, Moody’s- e Organizzazioni sovranazionali come la BCE, FMI e WTO, giusto per citarne qualcuna, hanno un’influenza incontrovertibile sui destini di intere nazioni! Cosa volete che possano fare e/o decidere i cittadini, con il loro voto tra le mani che spesso non sanno a chi dare, confortati in questa loro esitazione, da un’informazione insulsa e nella stragrande maggioranza dei casi di tipo padronale?!

Per renderci conto di quanto siano forti e penetranti queste forze che sfuggono a qualsiasi capacità di controllo da parte dei Popoli, basti pensare alle stragi che si sono verificate in Francia ad opera del terrorismo del califfato; ebbene nonostante la gravità dei fatti e le responsabilità conclamate del Governo francese di Mons. Holland, nessuno ha osato sollevare dei dubbi su un’amministrazione fallimentare sia in campo nazionale che internazionale, né tanto meno il Presidente francese ha avuto quell’onesta morale, di dare le dimissioni, dopo le evidenti incapacità dimostrate. Qui non si trattava di darla vinta o meno ai terroristi, ma semplicemente di sostituire un presidente incapace con un altro che desse un segnale diverso! Ma qui casca l’asino, perché l’Unione Europea non può permettersi una guida della Francia probabilmente con Marine Le Pen, antieuropeista per eccellenza; e si sa se la Francia fa brexit è la fine dell’Europa, almeno nei termini fino ad oggi concepiti.

Questo solo per dirVi di quanto siano forti quelle organizzazioni che sottraggono ai popoli o concedono ad essi il potere di decisione nella convinzione che esso sarà eterodiretto.

Le capacità dei popoli di autodeterminarsi, oggi più di ieri, sono molto lontane dal potersi realizzare, e con le proposte di riforme costituzionali indette con il prossimo referendum, lo saranno ancora di più.

Su queste tematiche, non riesco a nascondere il mio crescente fastidio nei confronti di chi o cosa in un modo o nell’altro, intende condizionare la mia libertà di voto! A volte ho l’impressione di giocare a carte con uno che bara e che riuscirà in un modo o nell’altro a fregarmi! Vi faccio un esempio: al prossimo referendum sulle riforme di alcuni articoli della Costituzione, c’è chi voterà si e chi voterà NO, in realtà al di là del merito della proposta referendaria, essa reca in se due pericolosi virus, uno è l’evidente accentramento di potere, l’altro, molto più subdolo è l’Italicum, ossia l’incardinamento di una legge elettorale a livello costituzionale, quando essa la si sarebbe potuta realizzare con una semplice legge ordinaria, e questo per me rappresenta un vero vulnus!

Quindi cosa c’è davvero sotto? Il NO della minoranza PD solo perché sanno che con questa legge elettorale perderanno le prossime elezioni? Oppure il tentativo di Renzi di formare dopo la sconfitta al referendum un fronte politico del si con conseguente scissione, congresso a parte, del partito? Oppure in maniera ancora più semplice, distrarre gli italiani dai veri problemi del Paese che il governo Renzi fino ad oggi non ha saputo risolvere? Ormai l’esecutivo è agli sgoccioli, e bisogna presentarsi alle prossime scadenze elettorali con un nuovo soggetto politico, capace di contrastare il M5Stelle! Non la solita armata Brancaleone di centro-destra alias centro-sinistra!!!

Probabilmente c’è qualcuno che ha deciso di giocare sporco, l’unica possibilità che ho di essere libero, anche di sbagliare, è quella di votare contro tendenza, cioè fare il contrario di quello che ufficialmente mi viene detto; la chiamo io la tecnica del cane sciolto, quella che ho sempre applicato nella mia vita, non sempre con piacevoli risultati, ma con soddisfacenti percezioni della mia coscienza!

Read Full Post »

I conti non mi tornano

a83ccec68f9fcba7df63cb229505a228

Gli americani hanno eletto il proprio Presidente, si può essere d’accordo o meno, questo lo lasciamo alle convinzioni personali di ognuno di noi, a torto o a ragione che sia! Il dato che io trovo più rilevante di questa faccenda, non è di natura politica o sociale, bensì culturale. Seguitemi in questo ragionamento:<< Il Presidente uscente il democratico Barack Obama è stato in carica per otto anni consecutivi, durante il Suo mandato c’è stato narrato, dalla stampa nazionale e internazionale, del miracolo Obama, che Obama ha tirato fuori dalla crisi l’America che era precipitata in una crisi spaventosa anche dopo il fallimento di colossi bancari. Ogni settore della vita pubblica, c’è stato detto, è migliorato in maniera incisiva, disoccupazione, economia e finanza in generale, c’è stata una maggiore attenzione alle politiche sociali e a quelle dell’immigrazione e in particolar modo le questioni internazionali sono state gestite con la dovuta diplomazia, tanto è vero che queste strategie hanno fruttato il Nobel per la pace al Presidente Obama. Spesso nel commentare la gestione Obama, ci veniva narrato da autorevoli esperti e non, che in Europa bisognava adottare le stesse politiche, di interventismo pubblico sul mercato, per invertire il trend negativo della maggior parte dei Paesi U.E. La parola d’ordine era quella di adottare politiche espansive e non restrittive, cioè non quelle imposte in Europa dai vari trattati.

In poche parole il bilancio dell’amministrazione Obama c’è stato sempre presentato in quanto assolutamente positivo, anzi da imitare!

Ora se tutto ciò fosse stato vero, come mai gli americani hanno deciso in maniera così massiccia di votare Trump?

Consideriamo che la stampa internazionale e in particolar modo quella americana, gli stessi che ci commentano un’America tutta rosa e fiori, sono nella stragrande maggioranza tutti schierati in maniera ufficiale per la Clinton e quindi per il partito democratico.

Solo oggi scopriamo dopo che Trump è stato eletto, che intere fasce della società americana, e in particolar modo i negro americani, sono state tagliate fuori dalla crescita, che il sentimento di insicurezza nella società americana è ancora più diffuso e radicato di prima, che la crisi è ancora evidente anzi essa è più diffusa e segmentata di prima.

Ora le ipotesi sono: o la stampa ci ha raccontato delle bugie e la crescita non c’è stata o non è stata così sufficiente da accontentare gli americani o c’è stata solo per pochi?! A meno che non ci sia stata una crescita così evidente, ma gli americani non se ne sono accorti?!

La maggioranza dei giornali, esperti e sondaggisti si sono tutti matematicamente sbagliati, resta solo da vedere se lo hanno fatto in buona fede o soltanto perché desideravano condizionare gli elettori!? Di fatto ci troviamo di fronte a personaggi che fanno e gestiscono l’opinione pubblica, che non son riusciti nel loro intendo.

Gli americani si sono trovati a scegliere, tra la realtà che veniva loro raccontata dai media e quello che essi stessi registravano giorno dopo giorno sulla loro pelle, ed essendo più realisti e pragmatici rispetto ad altri popoli europei, hanno deciso che la vera realtà era quella che ognuno di loro viveva quotidianamente costatandone tutte le difficoltà, contraddizioni e ipocrisie!>> L’America non è quella raccontata da New York City o da Los Angeles!!!

 

Ora se paragono il fenomeno americano a quello italiano, c’è semplicemente da impazzire!?

In Italia, alla luce di un presunto e assai discutibile miglioramento, si cantano messe a tutto andare, ci viene offerta dall’informazione ufficiale una prospettiva migliore se non altro degna di una rinnovata fiducia che in realtà dal popolo non c’è mai stata, ed anche qui abbiamo due realtà, quella che ci viene offerta dalla nostra classe dirigente coadiuvata da un’informazione menzognera e una realtà in cui di fatto il ceto medio è scomparso, i ricchi diventano sempre più ricchi i poveri c’è ne sono sempre più, milioni di italiani rinunciano a curarsi, le nascite sono al di sotto dello zero, le scuole crollano, la disoccupazione, la corruzione, le tasse e la mafia sono endemici al sistema, senza parlare dell’ambiente che crolla, gli indici better life, di cui Vi parlerò più diffusamente un’altra volta, sono stati tutti vidimati in negativo, eppure c’è chi è convinto che sino a quando non lo dirà ufficialmente la TV di Stato, in Italia va quasi tutto bene!!!???

In fondo basterebbe andarsene un pò in giro per rendersi conto dello stato delle cose, non a via Montenapoleone o Condotti, in cui il mercato del lusso va a gonfie vele, ma nei luoghi della vostra infanzia, per verifichere che tutti quei negozi, quelle attività che prima c’erano, sono tutte letteralmente scomparse, per lasciare il posto, nella migliore delle ipotesi a un supermercato cinese.

Ora sta a noi a chi credere la prossima volta che saremo chiamati ad esprimerci, credere alla narrazione pubblica o a quello che percepiamo con i nostri sensi e a volte con il nostro cuore…?!

 

P.S. Alla faccia del politically correct, tutto quello che Trump aveva minacciato di fare se avesse vinto la Clinton, lo stanno praticando i democratici, non accettando la sconfitta, scendendo in piazza a contestare… … …

Read Full Post »

oltreilgiardino_sellers

Che memoria mi conforti, non ricordo che in America ci siano mai stati due candidati alla Presidenza, così scadenti!

Chi per un verso, chi per l’altro sia la Clinton che Trump non mi danno nessuna fiducia, e non invidio proprio i cittadini americani che saranno costretti a decidere, nella migliore delle ipotesi tra due perfetti incompetenti e sono stato generoso nel definirli tali!

Trovo così ridicolo le posizioni prese da alcuni leader politici nazionali, nei confronti dell’uno o dell’altro solo per partito preso.

Diciamocelo chiaramente entrambi i competitors, hanno già dato ampia dimostrazione della loro totale inadeguatezza a presiedere la poltrona alla Casa bianca, la Clinton creando non pochi problemi ad Obama e Trump per un programma politico già pericoloso a leggerlo sulla carta.

Se fossi americano, non andrei a votare, perché non mi andrebbe di condividere i casini che sicuramente sia la candidata dei democratici che il candidato dei repubblicani, andranno a cacciare non solo gli USA ma tutti i loro alleati, con riflessi negativi in termini di variazioni geopolitiche; sono entrambi dei guerrafondai!!!

Ma l’America è il Paese del grande fratello, in America ci sono aziende che fatturano molto di più di un Paese europeo tra quelli maggiormente industrializzati, in America ci sono uomini che guadagnano molto di più di quello che può regolamentare una legge finanziaria, di stabilità, di un Paese europeo, in America ci sono banche in grado di condizionare le decisioni non tanto di un Paese nel mondo ma persino quello di Istituzioni all’interno di Organizzazioni sovranazionali, e Voi pensate che i due candidati alla Casa bianca, siano in grado, con il beneplacido della Federal Reserve di condizionare gli interessi di questi mostri del capitalismo contemporaneo?!

Saranno due marionette, nelle mani dei poteri forti dell’America, assolutamente non in grado di decidere quali siano i veri interessi morali, sociali e culturali dell’America, anzi Vi dirò di più, non mi sorprenderei se nel corso del loro mandato venisse emesso nei loro confronti un impeachment, le premesse già ci sono, e se non saranno denunciati, vuol dire che nel corso del loro mandato saranno facilmente ricattabili, e tenere per la “gola” un Presidente degli Stati Uniti di America, vuol dire tenere per la “gola” l’intero mondo.

Ora c’è poco da essere allegri, il destino di interi Paesi e Continenti è sempre più spesso gestito da incompetenti, in più il potere va sempre più a concentrarsi nella mani di costoro, la volontà del popolo viene semplicemente bypassata e diventa il sigillo formale che una presunta democrazia vuole dare al potere, per giustificare sempre di più scelte che stanno portando nel mondo ingiustizia sociale, economica e finanziaria e di riflesso un aumento dei conflitti militari, che restano il normale sbocco per coloro che in questo modo, da dietro le quinte regolano in maniera nefasta gli equilibri di un mondo dilaniato da squilibri e contraddizioni che qualcuno vorrebbe correggere con l’uso di patti insani e qualcun altro con l’utilizzo di armamenti malamente distribuiti e concentrati.

Che Dio salvi l’America!!!

banda

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Ma che Bontà

Le ricette di Cle - Cle's delicious recipes

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Travel & Lifestyle Blogger

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

il blog di Marco Costarelli

... smettiamola di correre senza motivo!

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un esoscheletro. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: