Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2016

quote-homo-sum-humani-nil-a-me-alienum-puto-i-am-human-nothing-human-is-alien-to-me-terence-101-63-36

L’esito del referendum nel “Regno Unito” ha colto di sprovvista un pò tutti! E come spesso capita per le cose inaspettate, si resta sbigottiti e confusi, non sapendo quale seria spiegazione addurre in merito, e il più delle volte si formulano teorie senza senso!

Non sto qui a disquisire le ragioni di una remain o di una brexit, casomai lo farò qualora ci sarà offerta l’utopistica possibilità di scegliere come hanno fatto i cittadini del Regno Unito, ma tenterò di parlarVi della questione da una diversa angolatura, cioè dando la mia opinione sulle altre opinioni!

Lo spunto migliore, guardacaso me lo offre proprio il filosofo inglese Thomas Hobbes, il cui pensiero lo si sintetizza facilmente con le frasi:<< Homo homini lupus (“ogni uomo è lupo per l’altro uomo”), oppure Bellum omnium contra omnes (“la guerra di tutti contro tutti” nello stato di natura)>>: Ossia la descrizione della natura umana come sostanzialmente competitiva ed egoista, teoria che ha trovato molto credito nel campo dell’antropologia politica. Ora, lo stesso principio, lo applico nel campo dell’informazione in generale,  giornalisti, politici, esperti o gente comune, tutti costoro nel dare la loro opinione su un determinato fatto, soprattutto laddove viene sfiorato in maniera diretta o indiretta il loro interesse personale, più che difendere quell’idea, quell’opinione o quel parere che ha per oggetto la tutela di interessi e/o diritti pluralistici, si difende innanzitutto la nostra posizione all’interno di quei diritti o interessi. Questo principio trasferito nel campo dell’informazione ci pone in diretto contatto con una serie di persone, giornalisti, politici, professionisti, la cui personale situazione economico-sociale è consolidata da contratti di lavoro solidi e il più delle volte fortemente e direi anche irrazionalmente remunerativi! Ne deriva da tale ragionamento per ovvie ragione, la difesa da parte di costoro, più dell’idea, del principio o altro, del loro interesse all’interno di quella opinione, del mantenimento dello status quo, perché per loro è fonte di guadagno e sicurezza, sarebbero dei folli costoro a tagliare il ramo sul quale stanno seduti!!!

Questa Europa per molti è fonte di sicurezza e benessere, ma sta diventando sempre più per molti, fonte di insicurezza e povertà, con la differenza che quelli che gestiscono l’informazione e/o fanno politica, appartengono alla prima categoria!!!

Tutti coloro che ascoltiamo, spesso sono qualche cosa di diverso dalla società reale, dall’alto delle loro situazioni personali di rendita, speculano sulle posizioni di sofferenza del popolo E mentre questi parlano bene, il popolo mangia le brioche!!!

Chi di costoro sarebbe disposto a cedere posizioni di credito nei confronti delle classi più svantaggiate? Non si riesce a farlo per le pensioni ricche, come possiamo immaginare che si possano esprimere opinioni che portino a una diminuzione del livello di scala sociale che si è riusciti a conquistare!? Nella perfetta consapevolezza di un sistema capitalistico come quello italiano in cui  la corruzione e la non meritocrazia la fanno da padroni.

Ed è anche per questa ragione che guardo con interesse la scelta della brexit del Regno Unito, perché mira a erodere interessi consolidati all’interno della U.E. che certo non sta spiccando per scelte rivolte al sociale; di conseguenza le classi medie hanno due possibilità di morte, o morire piano piano per mano dell’Unione Europea, oppure fare come Sansone, morire insieme all’Unione Europea, insieme ai Farisei! Altro discorso è ribellarsi o scegliere formule alternative e chissà se il Regno Unito, magari seguito dall’Olanda, dalla Danimarca, dalla Svezia e dall’Austria non riesca a individuare un’altra strada per L’Europa! Ma a quel punto la frattura, che già è evidente, con tante incrinature, sarà inevitabile, e quindi bisognerà scegliere stare con gli inglesi, che fino a prova contraria hanno avuto sempre ragione, oppure stare con la Germania, che fino a prova contraria ha avuto sempre torto!

Nel periodo che precedette il secondo conflitto mondiale, la maggior parte dei Paesi europei si allineò alla potenza economica e militare del nazionalsocialismo, ora cerchiamo di non commettere lo stesso errore, sarebbe troppo anche per un europeo!!!

Annunci

Read Full Post »

cuborubikabdsfr

Avete presente il cubo di Rubik? Ebbene, i commenti e i dati statistici che si sono avvicendati durante e dopo le ultime amministrative, si possono un po’ paragonare alle facce del cubo di Rubik, nel senso che nel tentativo di comporre i colori di una facciata, contemporaneamente spesso si scompongono i colori di altre facciate!!!

Siamo al Caos più assoluto! Poi come se non bastasse, a peggiorare la situazione, ci si mette la malafede e l’incompetenza; non dico nulla di nuovo, basta semplicemente leggere con attenzione i dati che ci vengono propinati da addetti ai lavori e non!

In tutta questa faccenda, uno degli aspetti che più mi ha sorpreso è stato l’attacco che si è mosso nei confronti di Matteo Renzi, reputandolo come l’unico o il maggiore responsabile della dèbacle del PD!

Presumo che questo sia un modo poco responsabile di comportarsi contro il segretario del PD! Perché io parto dal presupposto che non esiste una minoranza DEM, per lo meno non esiste nel momento stesso in cui questa minoranza ha votato in maniera compatta tutti i provvedimenti del Governo, dalla legge elettorale, allo Jobs Act al Sì al prossimo referendum sulle riforme costituzionali. In che cosa si dovrebbe estrinsecare questa opposizione, se non nelle sterili parole di Cuperlo o nei vuoti sillogismi di Bersani?!

Quindi sarebbe più giusto parlare di vittoria o di sconfitta del PD e non attribuire ad un solo uomo meriti o demeriti dei risultati elettorali o di quelli ottenuti dall’esecutivo; altrimenti sarebbe troppo comodo prendersi i meriti quando le cose vanno bene e attribuire agli altri la responsabilità se le cose vanno male, per poi poter dire io l’avevo detto, io non ero d’accordo, quando poi alla fine quello che conta è come hai votato in aula quando ti è stato chiesto di scegliere!

Ricordo sempre quella frase di Giovanni Falcone, quando parlando dei rapporti tra mafia e politica disse:<< …qui bisogna tracciare una linea netta tra chi è la mafia e chi è lo Stato…>> In poche parole o fai una scelta netta come Civati, Fassina, D’Attorre, Cofferati …., o dimostri la tua opposizione con atti concreti in parlamento durante le votazioni, altrimenti almeno a me dimostri che non sei altro che un lurido pagnottista, e degno erede della scuola di A.Razzi…del tipo :”tengo famiglia” giusto per intenderci!!!

L’altro aspetto che mi lascia perplesso è l’ormai stantia separazione tra il valore puramente tecnico-amministrativo delle elezioni locali e quello politico di quelle nazionali. Con la caduta delle ideologie, che molti politologi paventano, ormai i due dati amministrativo e politico, sono profondamente interconnessi; e un plastico esempio lo si può dedurre dalla Legge di Stabilità! Ad esempio nel momento stesso in cui lo Stato centrale, tramite questa legge, taglia sempre più fondi alla periferia, ai Comuni, e Dio sa quante proteste ha fatto P. Fassino nelle vesti di Presidente dell’ANCI, si tolgono risorse ai Comuni, che anche nel rispetto del patto di Stabilità, si troveranno con scarse risorse a dover far fronte alle richieste sempre più impellenti e vaste di una collettività, la quale giustamente non trovando soddisfazione, reagirà di conseguenza negativamente quando gli sarà offerta la possibilità di votare. Ed è principalmente per questo, ma anche per altre ragioni, di cui sarebbe lungo starne a parlare, che sarebbe il caso di parlare sempre di un voto politico sempre e comunque vadano a finire le cose!!!

Read Full Post »

Guardate la firma

disorientato

Siamo proprio alle comiche finali!

Roberto Benigni si conferma essere il più grande comico italiano!!!

Nel momento stesso in cui presenta per la RAI la serata in onore della Repubblica, “la Costituzione più bella”, per la quale si parla di cachet che si dovrebbe aggirare sui 4 milioni di euro, dichiara contemporaneamente di votare il si al prossimo referendum sulle riforme costituzionali!!!???

Non riesco a capire come si fa a dire che una cosa è bella però bisogna cambiarla!!!?

E’ un po come dire a una donna:< sei bella però ti devi fare la plastica!!!???>>

Beh, non vorrei dilungarmi molto in sterili soliloqui tecnici sulle ragioni del si o del no, però consentitemi di darVi un consiglio di massima!

Vi è mai capitato nel voler fare un acquisto importante di dare importanza alla firma di quell’oggetto?!

Un abito, un auto, un libro…?!

Allora perchè non provate a vedere chi sono gli “autori” della Costituzione del 1947 entrata in vigore nel 1948, e chi sono gli “autori” dell’attuale proposta di riforma della Costituzione?!

Vi faccio un breve elenco degli “autori” della Costituzione del 1947/1948 e dei proponenti della riforma di essa!!!

Piero Calamandrei, Martines Temistocle, Mortati Costantino, Rescigno Giuseppe Ugo, Ruini Meuccio, Guarino Giuseppe, Crisafulli Vezio, Aldo Moro, Luigi Einaudi, Amintore Fanfani, Benedetto Croce, Nilde Iotti, Ugo La Malfa, Giorgio La Pira, Paolo De Michelis, Ugo Della Seta, Giancarlo Matteotti, Giovanni Leone, Alcide De Gasperi, Arturo Labriola…

Ed ecco a voi alcuni nomi del fantomatico Comitato parlamentare per le riforme costituzionali:

Speranza-Brunetta-Dellai-Pisicchio

Zanda, Schifani, Susta, Finocchiaro, Calderoli, Mauro, Zeller, De Petris, Maran, Bruno, Tonini, Minzolini, Mineo, Falanga, Casini, Ghedini R., Barioli,, Marcucci, MANCONI, ALICATA, AMATI, CHIAVAROLI, CONTE, DE PIN, DI BIAGIO, DONNO, FATTORINI, FERRARA Elena, GOTOR, LO GIUDICE, MAZZONI, PALERMO, ROMANO, SERRA, SIMEONI, GHEDINI Rita, BATTISTA, BERTOROTTA, BIGNAMI, BLUNDO, BOTTICI, BORIOLI, CAPACCHIONE, CAPPELLETTI, CARRARO, CASTALDI, CERONI, CHITI, BORIOLI, ZANDA, FILIPPI, GATTI, ALBANO, BERTUZZI, BROGLIA, BUEMI, CALEO, CANTINI, 

CAPACCHIONE, CARDINALI, CASSON, CHITI, CIRINNA’, COCIANCICH, COLLINA, CORSINI, CUCCA, CUOMO, D’ADDA, ESPOSITO Stefano, FABBRI, FAVERO, FEDELI, FERRARA Elena, FILIPPIN, FORNARO, GHEDINI Rita, GIACOBBE, GINETTI, GOTOR, GUERRIERI PALEOTTI, LO GIUDICE, LO MORO, LUCHERINI, MANASSERO, MARGIOTTA, MARINO Mauro Maria, MATTESINI, MICHELONI, MIGLIAVACCA, MIRABELLI, MORGONI, MOSCARDELLI, ORRU’, PADUA, PAGLIARI, PEGORER, PIGNEDOLI, PIZZETTI, PUGLISI, PUPPATO, RANUCCI, RICCHIUTI, ROSSI Gianluca, RUSSO, SAGGESE, SANGALLI, SILVESTRO, SONEGO, SPILABOTTE, TOCCI, TOMASELLI, TONINI, TRONTI, VACCARI, VALENTINI, VATTUONE, VERDUCCI, ZANONI…

Come si dice:<< Basta la parola…!!!???>>>

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un fagiolo. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: