Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2015

La macchina infernale

Incompetenza_

Ho sempre pensato che il vero cancro della vita pubblica italiana sia la pubblica amministrazione!

La politica quando non è connivente non può fare altro che uniformarsi a norme di diritto che sono state create per trincerare all’interno di un sistema, privilegi, abusi e diseguaglianze, uno per tutti i fantomatici diritti acquisiti(?!)

La cronaca ci illumina spesso delle mirabolanti vicissitudini in cui impiegati statali e periferici, di qualsiasi ordine e grado, mostrano la loro onestà anche in ottemperanza all’articolo 54 della Costituzione che recita: Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

Da uno studio più approfondito della tematica si evincerà che per i dipendenti pubblici, rispetto ai semplici cittadini, vale un procedimento rafforzato, proprio in virtù della carica pubblica occupata, si pensi alla posizione di un carabiniere rispetto a un cittadino qualsiasi!

La corruzione e gli sprechi in capo alla pubblica amministrazione rappresentano un vero vulnus della vita pubblica italiana, correggendo la quale potrebbero essere risolti in breve tempo molti dei problemi che angosciano il nostro Paese, compreso debito pubblico e disoccupazione, tuttavia il combinato disposto tra politica e pubblica amministrazione dà vita a un sistema marcio, autoreferenziale e inefficiente, ad esso non sono del tutto estranee le organizzazioni sindacali.

Come per la classe politica così ancora di più per quella dei pubblici amministratori, si pone un problema di selezione. Nelle settimane passate durante il culmine della crisi presso il Comune di Roma, ho sentito più volte il neo eletto assessore alla legalità della Giunta Marino Dr. Alfonso Sabella, fare questo tipo di affermazione:<< … abbiamo scoperto che la maggior parte dei DIRIGENTI del Comune di Roma non erano preparati per il ruolo che occupavano, non erano tecnicamente preparati, di conseguenza ho dovuto inventarmi a costo zero dei corsi di formazione, facendo intervenire anche miei amici magistrati, per consentire a questi Dirigenti di essere operativi…>> Ora quello che a me sembra strano è che si sia rilevato solo l’impreparazione di questi dirigenti, e non, quello che a me sembra essere ancora più patologico, COME CAZZO HANNO FATTO TUTTE QUESTE PERSONE A DIVENTARE DIRIGENTI, data la loro palese impreparazione?! Se ora è così normale avere dirigenti impreparati, perché meravigliarsi se abbiamo anche tanti impiegati impreparati?!

Spesso il confine tra impreparazione e disonestà è assai breve, perché laddove non arriva la competenza ci arriva la tangente!

Nella pubblica amministrazione ci sono tante persone capaci e competenti, ma ne esistono tanti altri incapaci e disonesti, spesso però accade che tutti costoro non hanno nulla da fare, anche se volessero, non c’è nulla da fare, ora gli onesti si recano a lavoro aspettando che venga loro affidato qualche incarico, nel frattempo giocano a videopoker, spettegolano sui colleghi etc. I disonesti invece non ci vanno proprio, hanno di meglio da fare! Questo perché si verifica?! Perché il lavoro di molti impiegati è virtuale, non è come un operaio che nella Sua giornata lavorativa ha un determinato compito da svolgere e se non lo fa si vede che in quella giornata non ha prodotto niente; mentre l’impiegato che non va a lavorare, vuol dire che o non ha niente da fare, o è così poco che lo può fare in un altro giorno – a scapito della produttività- o glielo fa qualcun altro! Tutti questi casi delineano ipotesi di pessima pubblica amministrazione, cioè quella pagata dai contribuenti.

Se non mi credete, fateVi un giro sul Vostro Comune, in qualche Centro per l’impiego, in un Comando dei vigili, giusto per fare qualche esempio, e verificate di persona la tensione lavorativa di costoro, sempre che non li troviate al Bar!?

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Amo l’arte, la scrittura, i libri, il teatro e la storia.

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: