Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2014

Mani che pregano

mani_20preghiera

Quando si prega, esiste un gesto nella religione, del resto comune a tutte e tre le religioni monoteiste, che consiste nel mettersi le mani davanti al volto. Trovo che questo gesto sia in se particolarmente elegante e degno di significati, non a caso viene adottato sia dagli ebrei, che dai mussulmani e cattolici. Religioni queste che spesso contrastano sia nelle parole che nei comportamenti, ma laddove la mimica resta la stessa c’è da rifletterci sopra!

Le mani poste davanti al viso, quelle stesse mani in cui è tracciato il destino di ognuno di noi, le une diverse dalle altre, non fosse altro per qualche ruga o ferita in più, anche esse testimonianza indelebile del nostro percorso esistenziale, quasi fossero un libro aperto che solo noi riusciamo a leggere e dedicare al nostro Dio.

Mani poste per ricevere, ma anche mani poste per donare in un contesto più sacro di quello descritto nella Cappella Sistina.

Il confronto più diretto e immediato tra noi e Dio viene ridotto allo spazio che intercorre tra le mani e gli occhi, lo stesso spazio che qualcuno chiama anima spesso descritto da quelle stesse parole pronunciate dai nostri silenzi.

Qualcuno alla fine passa quelle stesse mani davanti agli occhi che a volte si chiudono per sigillare nella memoria quella promessa su cui abbiamo edificato il nostro destino.

preghiera uomo

Annunci

Read Full Post »

bassa-fotografia_Massimo-Gramellini_fotografato-da-Mauro-Vallinotto

Hai venti minuti per parlare davanti a una platea di europarlamentari gentilmente offerti da un’azienda di surgelati.

Puoi berlusconeggiare, ribadendo lo stereotipo dell’italiano simpatico, furbo e un po’ cafone. Oppure mariomonteggiare, ipnotizzando con dei mantra numerici un pubblico che non chiede di meglio per continuare a dormire in pace. Potresti persino enricoletteggiare e produrti in una lista di promesse di buon senso che qualunque presidente di turno dell’Unione Europea ripete senza sosta da vent’anni. Invece, essendo Renzi e non facendoti difetto l’autostima, decidi di renzeggiare.

Evochi lo spirito dei tuoi idoli Blair e Obama – nessuno dei due, guarda caso, centroeuropeo – e ti produci in un monologo carico di valori, passioni, riferimenti storici e letterari. Avendo letto il libro omonimo dello psicanalista Recalcati, attingi a «Il complesso di Telemaco» ed elevi il figlio di Ulisse che cerca di meritarsi l’eredità a simbolo della tua idea di Europa. Il problema è che lo stai dicendo proprio all’assemblea dei Proci, che oggi non sono i principi di Itaca e neppure i politici italiani che ogni giorno costringono Penelope Boschi a fare e disfare la tela delle riforme. Sono i burocrati di Strasburgo, i ragionieri di Berlino e gli eurofobi di Farage e Le Pen: tutta gente molto prosaica e prevenuta, che da te vorrebbe sapere soltanto una cosa: quando pagherai i debiti, affamando sempre di più quegli scansafatiche baciati dal sole dei tuoi connazionali.  

 

Per fare fuori i Proci che il destino ti ha dato in sorte un bel discorso purtroppo non basta. Come Telemaco, avresti bisogno dell’esperienza di Ulisse. Invece hai solo D’Alema. 

Massimo Gramellini

Read Full Post »

Aspetta e spera…

ASPETTA E SPERA

Se parlassimo con un rappresentante politico del centro-destra, in particolar modo con quelli di forza italia, alla domanda: ma voi che cosa avete fatto quando eravate al Governo?! Ci farebbero un elenco considerevole di Leggi che sono state approvate, molte delle quali con effetti devastanti, -vedi Fornero condivisa anche dal centro-sinistra-! C’è da notare che nonostante questa anomala produzione legislativa, di cui spesso manca l’attuazione e conseguente applicazione, i problemi sostanziali del Paese, non sono stati minimamente sfiorati, anzi si sono aggravati.

Allo stesso modo, ho l’impressione che il Governo Renzi al di là della mirabile propaganda, delle tante riforme annunciate, delle cose che sono state fatte, e di quelle che si faranno, nel bene e nel male, comunque i VERI PROBLEMI DEL PAESE RESTERANNO GLI STESSI ANCORA PER MOLTI ANNI! Disoccupazione di qualsiasi ordine specie e dimensione –giovanile, mezza età, senile…-, debito pubblico clinicamente irrisolvibile, corruzione endemica, sperequazione congenita, criminalità…l’Italia è e resterà un Paese in forte recessione!

Lo stesso profilo è quello sostenuto in Europa, basti solo pensare al modo vergognoso con cui l’Unione affronta i problemi, compreso quello dell’immigrazione, dei marò, per non parlare degli altri problemi strutturali e/o che hanno a che fare con la democrazia!

Il concetto è lo stesso: bisogna cambiare tutto affinchè tutto resti uguale! E per fare questo c’è bisogno di uno che parli bene e Renzi questo lo sa fare molto bene, ma tra il dire e il fare…

Alla fine, se mai ci sarà una fine, di questo percorso renziano, avremo da un lato le riforme renziane, che non so sino a che punto potranno cambiare la forma di Stato o di Governo o lo status dell’economia; qualche apologia in seno alla pubblica amministrazione o sul mercato del lavoro, ma poi quando si andranno a fare i conti, nulla sarà cambiato, come puntualmente certificherà l’ISTAT, -le cui statistiche ricordiamolo vanno lette al ribasso-, o la CGIA di Mestre, discorso a parte andrà fatto per le opinioni espresse e i voti dati da parte di quotidiani indipendenti quali la Repubblica, il Corriere della Sera e organi “imparziali” quali la RAI, per cui sicuramente saremo a un punto di svolta(!!!)

C’è bisogno, giusto per il gusto di non essere presi in giro, di distinguere la propaganda, dalla vera adozione di provvedimenti che vadono a incidere in maniera sostanziale sulla risoluzione dei problemi; defiscalizzazione, costo del lavoro, corruzione, evasione, sperpero di danaro pubblico, misure attrattive di capitali dall’estero, divisione tra banche commerciali e banche per investimenti, turismo, cultura…dove sono i provvedimenti?!

Credetemi se vi dico che c’è più sostanza nel programma di Oscar Giannino o dell’ex Ministro Passera!!!

E se qualcosa c’è stato, perché i problemi restano gli stessi, anzi peggiorano?!

Ah, dimenticavo c’è la speranza, la stessa che stiamo cercando di esportare in Europa, ma quei maledetti del PPE di cui fanno parte la Merkel cosi come l’ex cavaliere, hanno già dichiarato che non si transige sui debiti assunti e sui patti stipulati!

Politica e politici, nascono per risolvere i problemi, se essi non vengono risolti o peggio ancora ci si specula sopra, è fondamentale per una vera democrazia, mandare a casa i responsabili, purtroppo gli italiani da Mussolini in poi sono stati educati a credere nel capo carismatico che tutto può e tutto risolve!!! Le masse enormi che hanno dato la propria fiducia a Renzi,  se questa per l’ennesima volta sarà tradita, avranno mai il coraggio di rimettere in discussione se stessi e il proprio voto? Oppure ricadranno nell’errore di pensare che gli stessi possano cacciare per l’ennesima volta il  coniglio dal cilindro mostrandolo come il salvator mundi?! Se sono rose fioriranno, se fioriranno solo ortiche è un vero peccato che le debbano mangiare anche chi non ha mai creduto solo nei bei discorsi, anche perché se la speranza può riempire i cuori e le menti di alcuni, certo non la pancia… … …

P.S. Consentitemi una piccola soddisfazione: ho sentito il noto giornalista Giovanni Minoli su la7 invitare più volte il Presidente del Consiglio a parlare con il Prof. Guarino, decano dei costituzionalisti, il quale da molto tempo afferma con precisi passaggi tecnico-giuridici la irregolarità del fiscal compact!!!

La stessa tesi l’ho sostenuta già nel 11/ 04/1/2013

 

 

https://codicesociale.wordpress.com/2013/04/11/opinioni-che-contano/

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un fagiolo. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: