Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2013

AUGURI

39ef8d54c914a413f7d57ebdb6ae7cbb

 

Auguri sinceri di un bellissimo 2014 a tutti i miei amici bloggers.

P.S. Capisci di avere veramente caldo, quando lasci penzolare il piede fuori dal letto  fregandotene del mostro che te lo potrebbe mangiare…!!!

Annunci

Read Full Post »

AUGURI

Tree-and-Christmas-Cards

BUONE FESTE!!!

Read Full Post »

Austen Chamberlain, che diventerà un notevole politico conservatore e otterrà il Nobel per la Pace nel 1927, appena laureato a Cambridge, va a fare visita alla sua balia.

BALIA: Che lavoro farete adesso?

CHAMBERLAIN: Mi darò alla politica.

BALIA (inorridita): Ma no, un bravo giovane come voi! Perché non cercate di fare qualcosa di utile?

Austen Chamberlain

Ci sono cose che vanno perpetrandosi sotto i nostri occhi, di incredibile gravità, cose a cui l’abitudine ci ha reso quasi indifferenti e quel che è peggio, questi fatti vengono certificati dagli italiani con il loro consenso.

E’ ormai diventato un luogo comune dare la colpa alla classe politica, del disastro sociale ed economico in cui l’Italia è precipitata. La nostra classe politica negli ultimi 20 anni è stata votata sia attraverso il mattarellum che il porcellum – i classici del latino si rivolteranno nelle loro tombe!- Un’intera popolazione di destra, di centro e di sinistra,  non priva in buona parte di spinte populiste, ha più volte votato uomini, schieramenti e idee, spesso solo apparentemente confliggenti, come i recenti fatti di Governo dimostrano. Questa marmaglia più volte riconfermata, nel Suo percorso, contravvenendo ai valori sanciti dalla Costituzione, ha posto in essere una serie di provvedimenti di legge a dir poco vergognosi da tanti punti di vista. Ora per il principio dei vasi comunicanti, la misura delle responsabilità della classe politica, è inversamente proporzionale al consenso che il corpo elettorale ha dato a questi rappresentanti.

In base al principio della rappresentanza, o se preferite della democrazia indiretta, possiamo considerare a pieno titolo essere gli artefici dei vari provvedimenti di Legge che si sono susseguiti nel corso del tempo, gli elettori italiani, che votando una formazione politica o l’altra, né hanno sancito la legittimità, legge elettorale a parte. Facciamo alcuni banali esempi per intenderci: la legge Bossi-Fini, quella sui rimborsi elettorali, la non impugnazione del conflitto di interessi, il lodo Alfano, I provvedimenti della Fornero, della Gelmini sull’istruzione, la legge elettorale…solo per dirne alcuni, queste scelte dovrebbero pesare non solo sulla coscienza di chi li ha posti in essere, ma anche e forse soprattutto su tutti coloro che, anche in maniera continuativa, hanno votato questi partiti!

Eppure molti italiani pensano che con un semplice reistyling di partiti e uomini, ci si possa ripresentare di nuovo alle prossime elezioni proponendosi come il nuovo, il giusto, il sano, l’equo!!!

Come l’araba fenice questi partiti rinascono dalle proprie ceneri, e adottando un linguaggio consono alle esigenze dei propri elettori, riescono a riconquistarne la fiducia e a mantenere quello status quo che mentre per loro è fonte di potere e di guadagno, per molti italiani, si sta rivelando fonte di autoritarismo e miseria.

Operai, contadini, impiegati professionisti, disoccupati, ognuna di queste categorie risponde alla propria coscienza delle scelte che fanno nella loro vita, a queste però vanno aggiunte quelle, non da poco, di non aver saputo, con opportune scelte e/o comportamenti fare le scelte giuste, tutti costoro hanno sulla propria coscienza tutte quelle scelte che per tramite loro i loro rappresentanti hanno realizzato, con l’aggravante che oltre ad aver rovinato l’Italia e loro stessi, hanno rovinato anche coloro che a tali scelte si sono sempre opposti.

Io, io sento di avere la coscienza a posto, perché questi partiti, questi uomini non li ho mai votati, per fortuna o per sfortuna, a seconda dei punti di vista, il mio partito, ha solo sfiorato l’esecutivo, e per pochi mesi, da un po’ Ahimè non fa parte neanche del legislativo, ma non Vi confondete non sono di destra, il mio partito è quello seduto in basso a Sinistra!

Read Full Post »

Fumo negli occhi

smoke_texture2771

 

Renzi ha uno strano modo di intendere la democrazia, nello stile tipico della prima Repubblica, l’arte del ricatto e se volete del compromesso:<<Ti do una cosa se in cambio me ne dai un’altra!>>

Vorrei far presente al segretario del PD, che se rinuncia ai rimborsi elettorali, ora, non fa altro che ottemperare a un dovere imposto dal referendum!

Sulla legge elettorale, non vi si può aderire aprioristicamente, bisogna entrare nel merito!

Il superamento del Senato sarà utile per la velocizzazione di procedimenti legislativi, e con l’abolizione delle Province, il risparmio derivante per le casse dello Stato sarà minimo!

Ma bisogna pur dare un segnale di cambiamento all’esercito del PD (!?)

Read Full Post »

Razzi Doget

BQk51UQCUAAwsFq

 

Renzi nel discorso che ha fatto dopo aver vinto le primarie, ha attaccato il movimento 5 stelle!

Letta nel chiedere la fiducia al Senato, ha attaccato il movimento 5 stelle! Vuoi vedere che i rappresentanti del movimento 5S. sono i responsabili del disfacimento della società italiana?

L’Italia negli ultimi 20, 30 anni è stata gestita dagli stessi partiti che oggi con uomini, denominazioni e coalizioni diverse, stanno ancora amministrando l’Italia, prescindendo anche dallo loro legittimità (?!)

Se dovessimo giudicare la classe politica che fino ad oggi ci ha governato, alla luce dei risultati prodotti, non possiamo fare a meno di esprimere un giudizio assai negativo! Nonostante tutto entrambe le maggiori coalizioni dei partiti, riescono ancora ad ottenere un sostanzioso riscontro elettorale. Stare lì ad analizzare le motivazioni di tale consenso non è facile, dovremo partire da un’analisi socio-economica, per concludere con operazioni di tipo antropologico-culturale, sarebbe troppo lungo il discorso e sotto tanti aspetti sterile; ci limiteremo semplicisticamente ad osservare che si vota questi partiti per abitudine, per interesse, per conformazione e convinzione socio-culturale.

Il porcellum bocciato dalla Consulta, voleva sancire anche un sistema maggioritario, che è stato già bypassato dal sistema delle larghe intese, cioè abbiamo il paradosso di una legge elettorale anticostituzionale che non viene rispettata neanche dai partiti che l’hanno creata, tale sistema consacrato da scelte tecnicamente anomali dal Presidente della Repubblica, vede ormai già da diverso tempo governare fianco a fianco leaders del centro-destra e del centro-sinistra, facciamo solo alcuni nomi giusto per evidenziare i valori in campo:<< Letta, Alfano, Franceschini, Quagliariello, Cancellieri, Lupi, Lorenzin… Giovanardi, solo per dirne alcuni>>.

Al di là delle buone dichiarazioni di intendi, quello che questa gente ha realizzato, da Monti in poi, ha finito con il peggiorare ulteriormente la situazione ed esasperare gli animi, per onore di cronica sottolineiamo le forti critiche che organismi indipendenti tipo Corte dei Conti hanno mosso contro la legge di stabilità, eppure lo sport nazionale della casta sembra quello di prendersela contro gli esponenti del M5S!

Ho l’impressione che essere populisti sia funzione inversa della capacità di critica degli italiani!?

Qui si tratta di stabilire una volta per tutte il senso di una democrazia al cui interno, chi è lo Stato e chi è l’antistato!

Una democrazia si qualifica anzitutto per la legittimità delle Sue istituzioni, le istituzioni illegittimamente formatesi sono contra legem! Se continuano a governare vuol dire che ci si trova in un regime autoritario, in cui non c’è democrazia! Gli elettori di centro-destra e sinistra accettano con il loro consenso tale status quo.

Il sottotitolo del mio Blog recita:<< Se è illegale per un uomo provvedere a se stesso, come si può pretendere da questi che resti nel giusto!>> (Russell Crowe nel Film di Ridley Scott, Robin Hood). Eppure la gente che scende in piazza per manifestare il proprio malessere, sotto l’egida di nessun partito e/o organizzazione sindacale, viene tacciata negativamente, probabilmente perché non si possono collegare le conseguenze a determinate responsabilità politiche, quasi fosse un dogma esprimere la propria opinione unicamente attraverso il megafono della strumentalizzazione politica, si pretende dal popolo che resti nella legalità, ma anche nell’ingiustizia sociale!? Ho la netta impressione che quello che si teme è l’anarchia che domina in questi movimenti!

Eppure l’unica soluzione sembra quella di affidare la salvezza dell’Italia agli stessi partiti che l’hanno rovinata!!!

Nella prospettiva della rifondazione della terza Repubblica, i maggiori partiti, si stanno rifacendo una verginità, sperando che nuovi uomini possano apportare idee migliori e nuovi voti! Lasciamo da parte alcuni fatti importanti che servono da passatempo nazionale per gli italiani anche per distrarli mentre si continuano a fare scelte deleterie per i loro portafogli, quali le vicende giudiziarie di berlusconi, le dichiarazioni di Grillo, caso cancellieri, Shalabayeva, etc…, la cartina tornasole per gli italiani dovrebbe essere la parola “soldi”! Dove sono i soldi!? Dove si Prendono i soldi!? Dove vanno i soldi?! Quando e come si tagliano i soldi?!

Il governo italiano sembra voler ragionare di tutto, eccetto sui soldi che esige, quelli non si toccano, anche perché lo esige L’U.Europea(?!)

Chi di Voi ha la percezione pratica e psicologica che le cose stanno migliorando, che si paga di meno, che lo Stato funziona meglio?!

Sino a quando non si porranno in essere misure di questo genere, nell’ordine di centinaia di miliardi di euro non si risolveranno i problemi degli italiani, risolvere questi problemi, per molti partiti e non, significa rinunciare a considerevoli quote di potere! Voi pensate che in Italia abbiamo uomini di cotanta capacità etica?!

Le intenzioni programmatiche evidenziate da Letta, nel chiedere la fiducia al Senato, sono sterili, inutili, esiziali, condivise.

Per fortuna che esistono gli eserciti del centro-destra e del centro-sinistra, baluardo estremo della democrazia e del fallimento dell’Italia, condividono la stessa filosofia, le stesse linee politiche ed economiche, se non ci fossero loro, l’Italia sarebbe preda dei populisti che come tanti sanculotti si aggirerebbero per le strade delle città alla ricerca della felicità perduta.

Read Full Post »

Carne da macello

download

 

Tra i lavori particolarmente usuranti, ne converrete, ci sono quelli dell’agricoltore e del camionista.

La terra, come la strada massacra le membra e spesso avvilisce lo spirito, ma costoro sono sempre lì per assicurarci quei beni primari senza i quali ci sentiremo ancora meno orgogliosi di essere italiani!

In questi giorni, grazie al cosiddetto movimento dei forconi questa gente, ci sta dando una lezione di coraggio, di passione e di forza!

Mentre noi come tanti stiamo qui a masturbarci il cervello con improbabili soluzioni sul disfacimento della società italiana ed europea in generale, mentre studenti, operai e professionisti, viaggiano all’interno di vagoni di probabile deportazione, c’è chi sta provando a dire basta a questo stato delle cose che pian piano sta trascinando noi tutti nella miseria, nell’indifferenza e quello che è peggio nell’ipocrisia.

Massacrati da uno Stato che utilizza strumenti di soppressione tipici di una Gestapo tributaria –Equitalia-, ridicolizzati da una classe politica, talmente ignorante nel non riuscire a tutelare i prodotti delle filiere e le linee di traporto interno, ignorati dall’opinione pubblica, dai sindacati dai media, questa gente avvezza alla fatica, alla lotta, abituati ad avere un rapporto diretto e immediato con il prossimo, con la sincera brutalità di chi ha visto tanti amici togliersi la vita, perché uno Stato cialtrone, e illegittimo li sta facendo crepare nell’indifferenza generale, a tutti questi uomini e donne che per l’ennesima volta ci indicano cosa significa la parola Dignità, a tutti Voi la mia piena e incondizionata solidarietà. 

Read Full Post »

signor_bonaventura

 

Le primarie del PD hanno decretato una forte affermazione del Sindaco di Firenze Matteo Renzi.

Buona parte degli elettori del PD, hanno voluto con l’elezione di Renzi come segretario del PD, dare un taglio netto con il passato, soprattutto quello prossimo, nel quale segretari, gruppo dirigente e buona parte dei parlamentari, si sono resi responsabili di scelte devastanti sia per il Paese che per il partito.

Con Renzi, l’esercito del PD, si troverà di fronte a qualcosa di nuovo, sicuramente migliore, perché a onor del vero peggio non si può fare!

Renzi non è mai stato un comunista, né un democristiano, di sicuro è un socialista, ossia appartenente a quel partito moderato di centro-sinistra di cui la democrazia italiana tanto ne ha sofferto dopo la sua scomparsa dovuta agli eventi di tangentopoli, Renzi a pieno titolo lo considero il Rifondatore del Nuovo Partito Socialista Italiano.

Quello che doveva scomparire all’interno della società italiana non era il partito socialista bensì quello comunista, ossia un partito con una forte connotazione ideologica anticapitalista.

Attorno al Nuovo partito Socialista di Renzi si sono aggregate e si uniranno forze sociali-economiche e culturali appartenenti ai diversi schieramenti. Le dinamiche interne a questo partito sono le stesse che contraddistinguono i partiti socialisti europei, forte pragmatismo, attenzione alle questioni sociali, innovazione.

Sarebbe opportuno che al prossimo congresso del PD, insieme ad altre questioni, si trattasse meglio la nuova denominazione e collocazione del partito, che per fortuna non sarà più PD. Resta solo da chiedersi se le strutture interne al partito e alla società italiana, lasceranno fare a Renzi quelle riforme necessarie per correggere le storture del nostro sistema istituzionale, relative al partito, al sindacato, alla burocrazia, alle banche.

L’operazione che Renzi dovrà fare, non sarà tanto quella di rottamare o asfaltare, bensì quella di “potare” l’albero su cui lui stesso si è insediato, per far crescere nuovi rami e nuovi frutti, sperando che quelli che cadono non facciano germogliare nuovi arbusti!!!

Read Full Post »

Parere pro veritate!

767ff98f1cacfe6ce90b8b362c6b52fd

 

La Consulta ha bocciato la Legge elettorale n. 270/2005, meglio conosciuta come porcellum.

Sulla tardiva pronuncia della Corte Costituzionale ci sarebbe molto da discutere, per ciò che riguarda la procedimentalizzazione degli atti oggetto della Corte, e se siamo arrivati a questo epilogo dobbiamo ringraziare solo l’avvocato Aldo Bozzi che ha sempre sostenuto l’illegittimità della Legge, sino ad ottenere un’ordinanza della Cassazione che rinviava la questione alla Consulta.

La Corte Costituzionale, ha dichiarato incostituzionale la Legge per quanto riguarda il premio di maggioranza e la mancanza delle preferenze, le motivazioni saranno presentate nei prossimi giorni, ma non è difficile immaginarne il contenuto!

Sarebbe utile fare un po di cronistoria: Nella XIV legislatura, Governo Berlusconi II, su proposta del Ministro leghista Calderoli, il centro-destra formato da queste coalizioni: FI, AN, LN, CCD-CDU/UDC, NPSI, PRI, approva la Legge, a firma dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, che di lì a poco sarebbe stato sostituito da Giorgio Napolitano, tale Legge criticata dal centro-sinistra, non sarà mai modificata da questa coalizione quando ne ebbe la possibilità!

Sulla conseguenze della pronuncia registriamo un mare di commenti da parte sia di politici che di costituzionalisti entrambi di dubbia formazione, che spesso parlano a vanvera!

Non mi sembra qui il caso di disquisire sui profili dottrinali e giuridici inerenti le conseguenze di tale pronuncia, basta solo osservare che buona parte dei ragionamenti dovrebbe aggirarsi attorno alle conseguenze retroattive di tale incostituzionalità, operazione ardua data anche l’eccessiva stratificazione delle leggi in Italia(?!)

Ora se Vi accorgete di avere giocato a carte con un mazzo truccato, che cosa pretendereste? Che per lo meno vi vengano restituiti i soldi persi! Ma come si fa a stabilire chi ha barato e da quale mano si è iniziato a barare?

La faccenda risulta terribilmente complicata?!

Riavvolgiamo il nastro e iniziamo d’accapo il nostro ragionamento!

Il Presidente della Repubblica è per definizione il garante della Costituzione in quanto capo dello Stato ne rappresenta anche l’unità nazionale, dopo la pronuncia della Corte Cost., bisogna prendere atto che nel nostro Ordinamento, è stata introdotta legalmente –vedi mattarellum- una legge ( e probabilmente più di una) illegittima, su di essa si è retto l’asse rappresentativo dell’intera Nazione, in quanto tale non legittimamente determinato, quindi non autorizzato a definire con leggi il destino del Paese.

Un parlamento delegittimato in tutto o in parte, non ha più il mandato per decidere in nome e per conto dei rappresentati, non ha nei i numeri, nè gli uomini!

Dal 2005 ad oggi i passi indietro dell’Italia, in tanti settori, sono sotto gli occhi di tutti! Vuoi vedere che è anche colpa delle leggi che sono state prodotte?

Cosa recuperare? Ritorniamo al discorso del mazzo di carte truccato!!!

Il buon Napolitano, parla di bicameralismo perfetto, superamento del proporzionale, riduzione del numero dei parlamentari, ma la Consulta non si è pronunciata su questo, sono altri gli indici indicati su cui impiantare una nuova legge elettorale.

Qualche ebete, privo di ogni nozione di causa, ignorando le forti tradizioni del Diritto Romano, parla di ricalco del sistema francese, trascurando le più elementari nozioni di Diritto Costituzionale Comparato che ci insegna  ad esempio, che un buon sistema di un paese trapiantato in un altro sistema formato da diverse istituzioni, può produrre risultati devastanti, atteniamoci alle nostre!

Se in una democrazia decide la maggioranza e la maggioranza è stata determinata in maniera illegale, con quale spirito i provvedimenti approvati, possano avere forza di legge?

Dobbiamo accettare l’idea che una maggioranza strutturalmente anomala, crei una nuova legge elettorale condivisa? Non sarebbe più giusto votare con una vecchia legge elettorale che pur con tutti i suoi limiti, vada a determinare un Parlamento regolarmente eletto che poi crei una nuova legge elettorale, questa volta legittimata da una maggioranza legale?

Ma nessuno, eccetto Grillo e Berlusconi e Renzi, vogliono le elezioni.

Poi dopo o anche contestualmente, inizieremo a discutere sugli effetti retroattivi di una maggioranza anomala, che elegge, in modo anomalo il Presidente della Repubblica!!!

Read Full Post »

Probabilmente Fabio Fazio!

taglioAlta_0016-640x337

 

Ho seguito per diverso tempo la trasmissione di F. Fazio su Rai 3, era un modo come un altro di interessarsi alle cosmicomiche che circolano all’interno della società italiana e non. Con il tempo mi sono reso conto che c’era qualcosa che non andava, qualcosa che andava oltre le parole o i cartelli, spesso abilmente usati per denunciare con la dovuta ironia, luoghi comuni probabilmente condivisi anche da coloro che si presumeva di denunciare! Era probabilmente quello che volevo sentirmi dire, per il semplice gusto di sentirmi diverso e probabilmente migliore degli “altri”! O se volete per sentirmi meno impotente di fronte a un mondo della comunicazione che massifica tutto in una sorta di format pseudo culturali destinati al soddisfacimento di egoistiche cerchie di pseudo-intellettuali.

In quel modo di fare informazione, ho avvertito, quasi a livello epidermico, la volontà di strumentalizzare quel poco di senso critico che ancora mi restava, avvertivo il lento decadimento della mia coscienza che veniva completamente decontestualizzata dalla dimensione del reale, non prima di essersi infranta, un attimo prima sul prisma della consapevolezza.

La mia ansia di libertà, giustizia, eguaglianza sostanziale, veniva per così dire a polverizzarsi in un insieme di parole, sorrisi, ammiccamenti, spesso senza senso, lasciati cadere lì in maniera non casuale e probabilmente solo strumentale.

Non riesco ad accettare l’idea di chi usando proficuamente, le debolezze di una società sempre più contraddittoria, costruisce per gli altri un mondo di parole inutili e per se stesso paradossali stipendi a scapito di un servizio pubblico gestito in maniera indecente.

ec8f3ebc384055079f34e3f5db740530

E pensare che Fazio cerca di fare solo il proprio dovere, quando parla con Cuperlo, intervista Renzi e ignora Civati!!!

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un cuscino. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: