Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2013

fb7fe1aa709aac0c1f2c67ca07d5015c

 

Su Berlusconi si sono scritte e si scriveranno fiumi di parole, la maggior parte carta straccia senza nessun valore politico o morale, tempo sprecato attorno a un personaggio che grazie a una finta opposizione di centro-sinistra, ha contribuito insieme ad altro ciarpame ad accelerare il processo di decadenza politica, economica e culturale dell’Italia.

Considero berlusconi, insieme al direttivo del PD, un fallimento, trattasi di un’intera classe politica che si adatta alle esigenze ora di un uomo oppure a quello di un collegio di dirigenti, la risultante è sempre la stessa, comportamenti inutili, servili, vigliacchi che, dopo diversi anni di applicazione, ha prodotto risultati devastanti sul tessuto socio-economico del Paese, inaccettabili per una nazione che si proclama democratica!

Ciascuno di questi assembramenti politici, è convinto rispetto all’altro di essere migliore, ma in buona sostanza il confronto avviene tra una classe politica mediocre, non legittimata da una legge elettorale valida, costoro riescono ancora a gestire il potere perché hanno ereditato dal passato idee in cui non si riconoscono, valori che non rispettano, centri di potere come banche, sindacati, burocrazia e organi di informazione che ne puntellano le fondamenta, e sostenendosi a vicenda, ognuno, a modo Suo, strappa allo Stato un pezzo di potere e di democrazia.

L’unica differenza che rilevo nella casta è nel comune sentire dell’indecenza che mentre per il PD ha un limite, per quelli di forza italia sembra non avere confini; ciò che trovo particolarmente riluttante, senza per questo sostenere ad oltranza una differenza di genere, è in particolar modo il comportamento delle donne del centro-destra, una vergognosa forma di prostituzione “intellettuale” che trova il contro altare in un corpo elettorale ignorante e approssimativo, non mi sovviene di pensare a una di queste battersi con la stessa vemenza per la difesa dei diritti degli italiani, simile a quella che esprimono quando cercano di difendere Berlusconi, sino a giungere all’inversione delle leggi della cavalleria e offrirgli il baciamano!

Quando avrà fine tutto ciò, non ci è dato di saperlo, ci lasciamo cullare dagli eventi con la stessa indifferenza di un corpo morto alla deriva, legandoci per inerzia a quello che ci resta al calar del buio e quasi senza alternativa ci nascondiamo dietro sterili giochi di parole!

Di più dalla vita non si può chiedere, siamo lontani anni di luce dall’immaginare una società più giusta ed egualitaria, in cui contino meno i poteri forti e forti siano di più i diritti diffusi della società civile, più capace di reinventare se stessa, ripensare lo Stato, ricreare diversi modelli di comunicazione, già, all’ombra dei cipressi e dentro l’urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro?

Annunci

Read Full Post »

tuttacronaca

casa-lusi-toronto-tuttacronaca

Il tesoro dell’ex tesoriere, Luigi Lusi, sarebbe stato occultato in Canada. Precisamente in una villa a Toronto del valore di 3 milioni di dollari, i cui i lavori sarebbero quasi ultimati.  L’immobile, secondo gli accertamenti del giornale, risulta di proprietà della «Filor 627 Ltd, società amministrata dal cognato (di Lusi, ndr) Francesco Petricone, detto Frank». La villa risulta inoltre disegnata dall’architetto Pina Petricone, sorella della moglie di Lusi, Giovanna, «che tra l’altro vive a pochi passi». Il Corriere Canadese scrive che «nessuno sa chi andrà ad abitare in questa casa», anche se non si esclude che possa diventare l’abitazione degli stessi coniugi Lusi. «La Margherita, con il Collegio dei Liquidatori e il Collegio dei Garanti, è impegnata per recuperare tutto ciò di cui si è illecitamente appropriato l’ex tesoriere Lusi, e per destinarlo allo Stato italiano, come deciso dall’Assemblea del partito», commenta la notizia l’Ufficio stampa della Margherita. «Da…

View original post 50 altre parole

Read Full Post »

Diamoci all’ippica!

cura_malattie_respiratorie

 

I problemi dell’Italia sono tanti, tanto diversi e tanto gravi, molti di questi problemi sono irrisolvibili perché connaturati al sistema Italia, bisognerebbe cambiare il sistema per modificare il tutto, pura utopia!

In buona sostanza le grandi questioni da affrontare sono, ragionando con metodo platoniano, ciò che attiene all’anima, la questione morale, e ciò che attiene al corpo, il lavoro.

Da queste cause, derivano tutta una serie di concause che noi tutti conosciamo bene, del tipo illegalità -corruzione, sperequazione, disinformazione, e strutturali del tipo debito pubblico, crisi economico-finanziaria, burocrazia.

La Commissione dei saggi, una delle ultime cazzate pseudo-intellettuali voluta dal P.D.R. Napolitano, ha solo vagamente e vanitosamente sfiorato la natura dei problemi, di fatto non si è redatto nessun documento programmatico!

Dubito che gli attuali schieramenti politici, per formazione e composizione, possano riuscire a sortire provvedimenti di tale importanza da incidere sulla natura dei problemi, l’attuale formazione politica mira unicamente a procrastinare se stessa e svolgere diligentemente –vedi Fassina- i diktat imposti dalle Organizzazioni sovranazionali, prendere tempo e sperare nella generosità della Germania!

Prima o poi in un mondo globalizzato, dovrà succedere qualchecosa che imponga un cambiamento di rotta?! Ma anche allora per l’Italia sarà troppo tardi, perché molto indietro con le riforme, quelle necessarie per poter affrontare con una maggiore dignità e consapevolezza le future sfide.

Le cose si complicano dal punto di vista prescrittivo, sul cosa fare per risolvere i problemi! Ora se il problema è politico, si impone la necessità di riformare la politica, una riduzione dell’apparato legislativo a quello di semplici impiegati della pubblica amministrazione, insieme all’eliminazione della professionalizzazione della politica, potrebbe essere una soluzione a cui andrebbe giustapposto una profonda revisione della burocrazia soprattutto quella di Stato, ma non basterebbe!

Mi chiedo, continuando con metodo platoniano, quale potrebbe essere la cura!

Uno shock istituzionale, quale ad esempio quello provocato da movimenti politici, potrebbe essere una soluzione, ma un Paese con una democrazia debole come l’Italia, rischierebbe di rimanerci! Ma vuoi mettere la soddisfazione di vedere sul lastrico un’intera classe politica con annesse lobby di potere! Allora come curiamo questo corpo e questa mente irrimediabilmente avariata?

I virus da correggere sono sostanzialmente due: il sistema democratico su cui si regge la Repubblica, il sistema capitalista su cui si regge l’Italia, entrambi vanno corretti dando un diverso e migliore significato al danaro, quello che appesta la politica, la burocrazia le relazioni umane e l’apparato imprese-banche, c’è bisogno di invertire la relazione tra uomo e danaro, ponendo il secondo termine a servizio del primo e non viceversa, per far questo bisogna sottrarre l’uomo dallo stato di necessità in cui si trova e di conseguenza sottrarlo al ricatto del danaro strumentalmente gestito dalla cattiva politica! Per consentire ciò bisogna cedere spazi della propria libertà, in cambio di una maggiore consapevolezza dei margini di manovra a cui avrà accesso il nostro intelletto, mentre l’Europa e la globalizzazione in generale c’è li sta togliendo entrambi ,libertà e intelligenza!

E’ tutto qui semplici utopie al servizio dell’umanità, ma come ci diceva Steve Jobs e tanti altri prima di lui: siate folli, le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia… … …Erasmo da Rotterdam!!!

Read Full Post »

Il nord dell’Italia si avvia prepotentemente verso la Grecia, il meridione vi giace già da tempo…!!!

"ALTO CASERTANO - MATESINO & d" BLOG della REGIONE CAMPANIA, MOLISE, ITALIA & dintorni. Portale ITALIANO di libera Informazione. "Ambiente, Attualità, Cronaca, Storia, Cultura, Antimafia, Sociale, Beni Comuni".

lunedì 22 luglio 2013 07.06 GMT. Il deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista ha scritto uno sconvolgente messaggio su Facebook. Invitando tutti a condividerlo. Sono numeri tragici quelli messi nero su bianco dal deputato. Ecco di seguito il messaggio:

View original post 309 altre parole

Read Full Post »

 

 

Cecilia-Strada

http://firma.100gg.it/HRy784
Cecilia Strada ha firmato: “Io mi occupo di #salute: per questo sono convinta che si debba combattere la corruzione. Perché è una malattia, grave e contagiosa, che miete vittime tra chi corrotto non è, drenando le risorse di tutti a beneficio di pochi. Una piaga sociale che va debellata, come è stato debellato il vaiolo, se vogliamo dare al nostro Paese un futuro sano. E credo che ce la possiamo fare. Insieme.” Firma anche tu!
http://firma.100gg.it/HRy784

IO HO FIRMATO. E TU? Cecilia Strada, presidente Emergency

Read Full Post »

th

 

Massimo D’Alema, massimo d’alema, ogni volta che lo vedo, lo ascolto, trasalisco! Una forte sensazione di impotenza, accompagnata da sonore convulsioni di stomaco, pervade il mio spirito, che raggiunge il collasso quando questo nobile “statista” mette a fuoco il proprio pensiero.

Massimo D’Alema, singolare espressione del concetto di appartenenza alla sinistra, sulla scena politica italiana da circa 40 anni, è diventato grazie ad essa milionario, mentre contemporaneamente gli italiani diventavano sempre più poveri! Certo non è l’unico responsabile, ma per ruolo occupato e scelte effettuate ne è sicuramente uno dei principali protagonisti.

Sul lavoro è onesta quella persona che fa il proprio dovere, sia nel pubblico che nel privato, risponde consapevolmente a doveri di efficacia, efficienza, buon andamento dell’attività, “imparzialità” –vedi Cancellieri-, diligenza, fedeltà, nessuno dovrebbe essere pagato se non produce risultati positivi, o peggio ancora contribuisce con il suo operato a peggiorare le cose! Ora i soldi pagati dai contribuenti italiani a tanti politici e non, soprattutto quelli di lungo corso, che hanno fallito, o stanno fallendo nella loro opera di gestione della cosa pubblica secondo Voi non sono rubati?! Forse tecnicamente no, ma moralmente sono dei ladri, anche prescindendo dai numerosi casi di concussione, corruzione e peculato…!?

Ma poi c’è lui, la guida il “ghe pensi mi” del centro-sinistra, grazie a lui la sinistra ha iniziato a smettere di dire qualcosa di sinistra, moralmente avvilente per il suo attaccamento al potere e per il suo scarso senso di responsabilità che dimostra nel dire, nel fare cose che oltre a celebrarne il decadimento psico-fisico, ne legittimano il fallimento politico.

Mi chiedo che cosa aspetta un’intera fallimentare classe politica a togliersi dalle scatole, hanno già dimostrato ampiamente le proprie incapacità, l’Italia è fallita, non solo tecnicamente ma soprattutto, il che è peggio, moralmente.

Purtroppo ci sono milioni di italiani che nonostante tutto continuano a dare credito a questi politici, essi sono parimenti complici del disastro Italia, e le colpe dei padri ricadranno sui figli…!

Piccola Postilla:

D’Alema salva-Rete4, concede a Rete4 l’«abilitazione provvisoria» a trasmettere senza concessione; Il 1° luglio 1997 sinistra e destra depenalizzano il reato di abuso d’ufficio non patrimoniale; L’articolo 513 del codice di procedura penale regola l’utilizzabilità delle dichiarazioni raccolte dal pm durante le indagini, lo modificano radicalmente; Giusto processo,1999, è una delle prime mosse del governo D’Alema, le accuse non valgono nulla se verbalizzate solo davanti al pm e non al giudice, tanti processi vanno in fumo, anche di mafia; Legge Dell’Utri, patteggiamento in appello (1998); Legge Dell’Utri 2: patteggiamento in Cassazione (1999); l’onorevole avvocato Guido Calvi, legale di D’Alema, tra i promotori di il una legge che rende incompatibile la figura del gip con quella del gup; Finanziamento ai partiti, Il finanziamento pubblico è stato abolito dal referendum dell’aprile ’93, ma nel dicembre dello stesso anno, rientra dalla finestra camuffato da rimborso per le spese elettorali; la strana storia del papello D’Alema-Napolitano; l’indulto Mastella; nell’ufficio segreto di Pompa in via Nazionale a Roma, viene trovato un dossier su magistrati, giornalisti e politici sgraditi a Berlusconi, viene posto il segreto di Stato; la maggior parte di questi fatti si sono svolti sotto il governo D’Alema-Prodi.

 

Read Full Post »

Cui prodest?

Cui prodest scelus, is fecit”, cioè “colui al quale il crimine porta vantaggi, egli l’ha compiuto”

images

E’ probabile che qualcosa mi sia sfuggito!

Il Presidente del Consiglio Enrico Letta e alcuni Organismi internazionali, hanno appena dichiarato che l’inizio della ripresa per l’Italia sarà evidente nel corso del 2014! Sinceramente mi chiedo che cosa sia successo in Italia, in Europa e in generale nel mondo di così importante che possa lasciare immaginare una ripresa nel 2014!?

In Italia non c’è stata nessuna riforma strutturale che possa interessare qualche settore della vita istituzionale che possa lasciare immaginare un cambiamento di rotta; quello che c’era 5 anni fa c’era pure 5 anni prima, e quello che c’era 5 anni prima era il retaggio dei 20 anni di prima!!!

Nessun potere è stato cambiato, diversificato, attenuato, anzi la crisi, mal gestita, ha contribuito fortemente a radicalizzare i problemi, creare fratture sempre più profonde all’interno della collettività e tra queste e le istituzioni, inoltre tutte le politiche poste in essere da una classe politica priva di rappresentanza, non mirano da nessuna parte, non risolvono nessun problema, lasciano il saldo negativo dell’Italia immutato, cioè quello di una crisi strutturale irreversibile.

Quindi mi chiedo da che cosa dovrebbe scaturire il cambio di rotta, se continuiamo ad avere una classe politica incolta, litigiosa e approssimativa, che il più delle volte pone in essere provvedimenti che contribuiscono a peggiorare la situazione –vedi Fornero-

Io penso che si voglia solo guadagnare tempo, che la situazione politica in Italia sia nel centro-destra che nel centro-sinistra sia troppo fluida e con una percentuale del M5stelle consistente, i partiti di classe, non si possono permettere le elezioni anticipate, qualche cosa pur dovrà succedere nel corso del 2014 che porterà almeno a un rimpasto del governo(?!) Di fatto la politica in se resta il problema, come si può immaginare che vengano seriamente affrontati i problemi degli italiani?!

Eccetto la ripresa dovuta alla rendita finanziaria, ritengo che il 2014 non sarà assai dissimile dagli anni precedenti, compresa la presidenza italiana alla U.E., omologo il comportamento di Letta a quello di Berlusconi, mente, non sulla crisi, bensì sulla ripresa, ma si sa invertendo i termini, non cambia il risultato!

 

snapshot_1

Read Full Post »

Norberto Bobbio affermava che:<>.
Il nesso di causalità tra cittadini e classe politica, è incarnato nel principio della rappresentanza, che a sua volta si regge su una legge elettorale che quanto meno dovrebbe configurarsi come principio di autogoverno, ossia la partecipazione diretta o indiretta di ciascuno al processo decisionale che produce quelle norme a se stesso destinate; quando viene meno questo nesso di causalità tra potere politico e popolo, viene meno il principio della rappresentanza e di conseguenza la legittimità di una classe politica che presume, illegalmente, a ergersi a legislatore nazionale.
La globalizzazione, ha reso del tutto evidente la debolezza strutturale di molti Stati Nazionali, sia nei confronti di altri Stati, probabilmente quelli con una più consolidata tradizione democratica alle spalle, sia nei confronti di organizzazioni sovranazionali tipo FMI, WTO, BCE, ma anche nei confronti di Multinazionali che sono in grado di gestire gli Stati nazionali pretendendo da questi, meno imposte, meno garanzie sociali, meno vincoli e limiti ai loro interessi, meno garanzie per i lavoratori, come presupposto per i loro investimenti. In pratica non è più la politica a governare l’economia ma al contrario.
Le patologie istituzionali precedentemente descritte, si rendono possibili per una carenza strutturale di un Diritto Pubblico e da un eccesso di Diritto Privato, ossia di un diritto che sappia gestire per arginare i poteri impropri di Stati, Organizzazioni sovranazionali e Multinazionali.
E’ probabile che nella nostra foga consumistica, abbiamo perso completamente di vista l’involuzione a cui è soggetta la collettività mondiale, sempre più diseguale, segno di un razzismo che dà ormai per scontato elementi di crisi come miseria, fame, guerre, le morti per malattie e il degrado ambientale. La prova di questo disfacimento è data dalla scarsità di intervento di organizzazioni sovranazionali nate per la soluzione di questi problemi, tipo Fao, Organizzazione Mondiale della Sanità, UNICEF, WFP, e parallelamente aumenta il potere di organizzazioni di tipo particolaristico come la NATO, WTO, FMI, BCE e in generale i G20.
Queste ingiustizie si rendono possibili per la mancanza cronica o quando esistono per la loro inefficienza, di istituzioni di garanzia che abbiano capacità e forza per intervenire là dove vengono perpetrati violenze da parte di poteri più o meno legalmente costituitosi, La Corte Costituzionale italiana né è un classico esempio!

La radicalizzazione di questi problemi condurrà inevitabilmente a tumulti, sommosse, violenze, perché il più debole, come scriveva Thomas Hobbes:<>

Read Full Post »

E il PD non resta a guardare! 

9260f5f3d2155c559fb96dba42ac588b

 

Ho sempre pensato che chi frequenta un delinquente è un delinquente!

Della serie dimmi con chi te la fai e ti dirò chi sei!

Quindi se per il “bene comune” il PD ha deciso da tempo di frequentare il PDL l’assioma è fatto, senza per questo prescindere dai risultati di una collaborazione squallida non solo in termini politici, ma anche economici e morali!

Il caso Cancellieri, del Ministro Guardasigilli (?!) Ne è un classico esempio!

Il Ministro viene difeso a spada tratta da entrambi i partiti di maggioranza, dal PDL perché in questo modo difendono indirettamente il loro duce Berlusconi, portando avanti la loro lotta contro la giustizia italiana e contro il regime carcerario di cui il loro leader è in odore. Dall’altro lato il PD difende il proprio Ministro perché non può permettersi nè una crisi di Governo, nè tanto meno che un alto dirigente del Ministero degli Interni in odore alla Presidenza della Repubblica, sia tacciato di un fatto così disonorevole!

Entrambi i partiti, a cui si allinea quel coacervo di putrefazione dei rappresentanti di Scelta Civica, perdono completamente di vista la natura del problema!

Se le parole hanno un peso, anche prescindendo che tali parole abbiano potuto avere un effetto direttamente proporzionale, queste parole vanno attentamente analizzate, così dalla prima telefonate fatta motu proprio dalla Cancellieri alla Sig. Gabriella Fragni, compagna di Salvatore Ligresti, arrestato nel frattempo su mandato della procura di Torino insieme alle figlie Giulia e Jonella, per  il reato di falso in bilancio e manipolazione di mercato, dall’intercettazione si evince, Cancellieri:<< la vita mi scorre in una maniera indegna, – solo questa frase mi fa morire!!!- ti voglio proprio bene da morire;

Ho sempre detto: “ora la vado a trovare, la vado a trovare… la fine del mondo, la fine del mondo sì, senti, non è giusto non è giusto lo so, Fragni: la persona, guarda, più buona. Cancellieri: eh lo so, lo so, lo so, povero figlio(!!!);

continuando: C: comunque guarda qualsiasi cosa io possa fare conta su di me, non lo so cosa possa fare però guarda son veramente dispiaciuta.

F: eh non lo so.

C: sono veramente dispiaciuta. Ma sono mesi che ti voglio… Poi ci sono state le vicende di Piergiorgio quindi… guarda…

C: eh vabbè…io non so se quanto mai rientrerò a Milano ma appena riesco ad arrivarci, ormai fino a tutto settembre, ti vengo subito a trovare. Però qualsiasi cosa, veramente, con tutto l’affetto di sempre… con tutto l’affetto di sempre, guarda, non …

C: se tu vieni a Roma, proprio qualsiasi cosa adesso serva, non fate complimenti guarda non, non è giusto, guarda non è giusto.

C: ti abbraccio con tantissimo affetto….!!!

Azz!?

Ma sono io che non so leggere, o queste parole hanno un loro peso politico e morale?!

E mentre il PD pensa a fare le primarie, gli eredi delle precedenti primarie si comportano assolvendo la Cancellieri da ogni responsabilità politica e penale, la morale si sa può essere un fatto soggettivo! A cosa serve fare le primarie se poi, con l’eccezione di Civati, ci si comporta sempre allo stesso modo?!

Ora avrei un consiglio da elargire a tutti i delinquenti che stanno in carcere, presenti e futuri:<< fate tutti un bello sciopero della fame, digiunate per un mese e forse più, senza pane nè acqua, riducetevi in fil di vita, certo sarà dura, ma vuoi mettere la posta in gioco?! La libertà, qualcuno pur si dovrà muovere per scopi puramente umanitari! Così in un sol colpo eviteremo il problema del sovraffollamento delle carceri, di un’amnistia, di un indulto o di una grazia, salverete il Governo e soprattutto salverete Berlusconi, in fondo anche quello è un caso umanitario… … …oh NO!!!???

Read Full Post »

Il genio italiano

image

 

C’è un filo rosso che percorre diverse vicende della vita pubblica italiana, esso ha molto a che fare con uomini che per un certo momento della loro vita hanno avuto in pugno il destino di un’intera Nazione e di migliaia di famiglie. Mi riferisco a uomini del calibro di Enrico Mattei, fondatore dell’ENI, Adriano Olivetti, fondatore dell’Olivetti, Giangiacomo Feltrinelli, fondatore della Feltrinelli, tutti costoro sono morti in circostanze assai misteriose, per la cronaca ufficiale trattasi solo di incidenti(?!)

Tre sono gli elementi da tener presente nella nostra analisi:

1-      L’Italia è un Paese che viene sconfitto nel secondo conflitto mondiale.

2-      Il genio italiano.

3-      La classe politica italiana.

Per completezza di informazione aggiungiamo anche altri tre elementi importanti, che l’Italia ha ereditato:

1-      Un patrimonio paesaggistico unico, ma sempre meno tutelato.

2-      “           “             artistico             “         “         “          “           “

3-      “          “              enogastronomico        “               “                “       !

Sarebbe giusto che le politiche italiane si concentrassero sempre più su questi tesori dell’umanità, ma sarebbe altrettanto giusto non restare solo il Paese della pizza e mandolini!

Le ragioni di determinate scelte di politica industriale sono tutte da ricercarsi in settori strategici dell’attività umana, settori ad alto contenuto tecnologico, su cui si giocherà buona parte delle sfide economico-finanziarie e non solo –vedi militare- tra continenti.

Ora intrecciamo le fila del nostro ragionamento!

L’Italia dalla caduta del fascismo in poi è stata sempre considerata, data la debolezza insita della nostra democrazia –vedi Legge elettorale- un Paese a sorveglianza speciale, anche per la forte consistenza dell’allora partito comunista, lo testimoniano le innumerevoli stragi e/o scomparse di uomini e donne che a tutt’oggi non hanno ancora avuto una chiara soluzione!

Ma un Paese come l’italia lo si deve tenere sotto controllo anche da un punto di vista economico, il caso Snowden ne è una palese e attualissima dimostrazione, infatti spesso gli americani sono intervenuti con la violenza ad eliminare uomini che grazie al loro genio stavano dando scacco matto a settori ritenuti strategici: Enrico Mattei alle sette sorelle, le società petrolifere che detenevano il monopolio del petrolio, Adriano Olivetti all’IBM con l’invenzione del primo calcolatore elettronico a transistor da parte del gruppo di ricerca dell’Olivetti diretto da Mario Tchou di origine cinese, anche lui scomparso in circostanze assai misteriose!

A completare il quadro c’è la debolezza del sistema politico italiano, incline alla corruzione, al compromesso e se vogliamo all’assuefazione.

Ricordiamo tra i tanti  geni: Valentino Airoldi l’inventore dell’amplificatore per chitarra elettrica, Giovanni Caselli, l’inventore del pantelografo, l’antenato del fax, Marcello Creti, l’inventore del multuifono, precursore della segreteria telefonica, delle lampade fluorescenti, dell’istamatic, l’attuale macchina fotografica automatica, poi sviluppata dalla Kodak, ma soprattutto Creti cerco’ di unire tra loro le due grandi invenzioni del secolo, sempre ad opera di due italiani la radio di Guglielmo Marconi e il telefono di Antonio Meucci, sua infatti è l’invenzione del telefono automatico portatile, l’attuale cellulare, brevetto poi sviluppato dalla Motorola nel 1983. Alessandro Cruto, l’inventore della lampadina a incandescenza con filamenti di carbonio, Corradino Ascanio, la vespa della Piaggio, Luigi Emanuali, l’inventore del cavo a olio fluido che illumina i grandi complessi come l’Empire State Building, Giulio Natta, l’inventore della plastica, Guido Fauser, l’inventore della sintesi dell’ammoniaca, con cui la Montecatini –oggi fatta fallire- dettava legge nel settore della chimica industriale, Quirico Filopanti, l’inventore dei giorni longitudinali, Enrico Forlanini, l’inventore dell’aliscafo e dell’elicottero, Alberto Gianni, l’inventore della camera di decompressione, Giuseppe Occhialini, scoprì i raggi cosmici, uno dei fondatori dell’ESRO, oggi ESA, European Space Agency, Luigi Palmieri, l’inventore del sismografo elettromagnetico, Ascanio Sobrero inventò la nitroglicerina, Alessandro Della Spina, gli occhiali da vista, Leonardo Chiariglione, l’inventore dello standard tecnologico MPEGi, poi Mp3, poi Ipod, Federico Faggin 

genio assoluto, l’inventore  del microprocessore INTEL 4004, Pietro Granelli, l’inventore del jukebox, Pietrangelo Gregorio, l’inventore con la sua TeleNapoli della televisione via cavo, poi bloccata da Andreotti, ed infine Massimo Marchiori, l’inventore dell’algoritmo di ricerca Hyper Search, quello che sta alla base di Google!!!

Quando questi geni non vengono uccisi, lavorano all’estero, se lavorano in Italia li delocalizzano o provvedono le banche o la classe politica a farli fallire!

Ci vorrebbe un’idea, un’invenzione per liberarci della cattiva politica, del capitalismo marcio e perché no di quei pochi italiani che continuano a sfruttare le debolezze degli altri italiani, in fondo basterebbe poco, solo un maggiore senso dell’ONORE!

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un fagiolo. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: