Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2012

Non fateci caso!

Immagine

 

Sono entrato in quella stanza con la ferma convinzione di mettere ordine tra tutte quelle cose tralasciate da troppo tempo, non per malavoglia o per trasandatezza, ma semplicemente per distrazione.

Mi sono imbattuto in uno strano miscuglio di punti e righe, diversamente variopinti e di forme inconciliabili e a tratti interconnessi tra di loro da bolle di sapone che rimbalzando da qui a lì tra raggi di polvere, cercavano di disegnare quei ricordi che non riescono a riposare di sonni tranquilli e possibilmente privi di sogni.

Per un istante, con il semplice spostamento dell’aria provocato da alcuni miei impercettibili movimenti, sono riuscito a coordinare tra di loro alcune forme in strane geometrie che, a guardarle bene, almeno per approssimazione sarebbero riuscite a rassicurarmi circa quei concetti di ordine, durata e persistenza nel tempo, obiettivi che sin dall’inizio sella mia impresa mi ero prefissato.

Mi curai poco della sintassi, essendomi imbattuto in un algoritmo che non mi dava nessuna possibilità di recupero o magari di nemesi, in tal modo sarei riuscito a conciliare il mio senso per l’infinito con quello che restava della mia immortalità, e così mi concentrai su tutti quegli spazi lasciati vuoti dagli oggetti che avevo spostato…

Annunci

Read Full Post »

Edmund Pollard

Immagine

Vorrei aver immerso le mie mani di carne

nei fiori tondeggianti pieni di api,

nello specchiante cuore di fiamma

della luce vitale, un sole d’estasi.

A che servono petali o antere

O le aureole? Larve, illusioni

del cuore profondo, la fiamma centrale!

Tutto è tuo, o giovane che passi

entra nella sala del banchetto pensandoci

non sgattaiolarci come preso dal dubbio

se tu sia il benvenuto – il festino è per te!

E non prendere solo un poco, rifiutando il resto

con un timido <<grazie>> quando sei affamato.

E’ viva la tua anima? Allora, che possa nutrirsi!

Non lasciare balconi che tu non abbia scalato;

né seni nivei che tu non abbia premuto;

né teste d’oro di cui dividere il guanciale;

né coppe di vino, quando il vino sia dolce

né delizie del corpo e dell’anima.

Tu morrai, non c’è dubbio, ma morrai vivendo

in profondità azzurre, rapito e accoppiato,

baciando l’ape regina, la Vita!

 

Edgar Lee Masters

Antologia dello Spoon River.

Read Full Post »

Dignità dove sei ?

Immagine

 

E’ SEMPLICEMENTE UNA QUESTIONE DI ONESTA’ INTELLETTUALE DIMETTERSI DOPO AVER PASSATO                             
                                          VENTI O TRENT’ANNI IN POLITICA INUTILMENTE!

 

                                   Immagine

 

Read Full Post »

Scusate lo sfogo…

Immagine

 

Non mi sono mai piaciute le persone che fanno il doppio gioco, figuriamoci i partiti!

Non si può essere critici nei confronti del Governo Monti e poi approvare con il contentino di banali emendamenti, tutte le manovre che il governo pone in essere(?!)

O si è dentro o si è fuori, ed è opportuno che gli italiani se né rendano conto di questo comportamento.

Partiti che appoggiano un governo non voluto dalla popolazione, che gestisce lo Stato con criteri antisociali, antieconomici e per nulla efficaci.

Ad oggi possiamo tranquillamente tracciare un resoconto del governo Monti, o meglio indicatemi Voi un parametro di natura economico-finanziario per non dire sociale che và bene! A parte lo SPREAD che và male ma non così male grazie agli interventi della BCE per il resto recessione, disoccupazione, inflazione, depressione, crisi delle Stato delle Istituzioni degli Enti territoriali, dovremmo essere contenti solo perché il Pres.te Monti ha dato maggiore dignità alla “nostra” Nazione? Non ci voleva mica così tanto rispetto ai governi Berlusconi (?!)

Ma la cosa che a me da più fastidio è proprio la formazione culturale è professionale dei Ministri e dei sottosegretari del governo Monti, ex direttori, ex dirigenti invischiati con le lobby dei poteri più forti da decenni, con una coscienza sociale in grado solamente di anteporre il profitto all’equità, e costoro magari grazie al compiacimento di giornalisti servili, vorrebbero insegnare a noi cosa è giusto e cosa non è giusto?!

Presuntuosi, arroganti e pavidi, dopo anni di studi si pazzi e pietosamente disperati, l’unica cosa che hanno saputo fare è stata quella di porre in essere delle manovre finanziarie, atto politico per eccellenza, con cui hanno sottratto soldi ai poveri per darli ai ricchi, in nome di questo spauracchio del debito pubblico, causato per la maggior parte da una classe politica e da un apparato di dirigenti che per il momento non è stato leso dalle politiche di rigore del governo.

C’è sempre più fame e disperazione in larghe fette della collettività, il senso di impotenza e di disperazione è sempre più evidente nelle molteplici dimensioni dell’agire e del pensare umano, nei rapporti interpersonali, nel lavoro e persino nella capacità di amarsi, la percezione di un clima di infelicità è sempre più legata alle sentenze delle agenzie di Rating.

Non c’è ripresa, non ci sarà ripresa, ci si comporta come un asino a cui davanti hanno posto una carota, intanto altri, pochi, cantano e ridono, molti imbrogliano e rubano, molti si lamentano, qualcuno si incazza, c’è chi continua a sperare o nella migliore delle ipotesi pregano… … …ma tutto ciò non serve a nulla!

 

Read Full Post »

Immagine

Ricordo che durante la mia adolescenza, lessi un libro dell’illustre politologo Gianfranco Pasquino, dal titolo.<< Alla ricerca dello scettro perduto>>:

Il Prof. Pasquino, con singolare lungimiranza, dopo una sintetica analisi dei sistemi, forme di Stato e teorie economiche, si poneva il problema di come un Popolo Sovrano poteva riconquistare lo scettro del potere e quindi autodeterminarsi tramite quegli strumenti che la democrazia, quella vera, ci mette a disposizione.

Da allora di tempo né è passato, e lo scettro, come il Santo Graal, è stato completamente smarrito.

“Eleggiamo” rappresentanti o incompetenti o ladri, nella migliore delle ipotesi vecchi, subiamo più o meno consapevolmente i condizionamenti di un’informazione conformista, omologata e il più delle volte nelle mani dei poteri forti, le Istituzioni sono nelle mani di una pubblica amministrazione autoreferenziale e gestita da manager, dirigenti e direttori, tutti eletti da quegli illustri politici di cui prima, che ormai da più di venti o trenta anni, se prima la morte non se li porta via, presiedono le istituzioni; costoro dall’alto delle loro competenze tecniche, guadagnando l’ira degli stipendi, hanno fatto fallire o stanno facendo fallire o nella migliore delle ipotesi stanno svendendo aziende, immobili e istituzioni e in alcuni casi la dignità che un popolo era riuscito a conquistarsi con un Risorgimento, con una guerra sul Piave, con conquiste costituzionali, lotte sindacali e rivoluzioni studentesche.

Presumo che la maggior parte de problemi si possa ricollegare a una cattiva gestione del potere legislativo, che bisogna riformare!

Le leggi in Italia sono troppe, sono stratificate e quindi confusionarie, non vengono applicate o vengono applicate in malo modo, ma soprattutto sono fatte male!

Vi risparmio l’analisi e/o la critica degli uffici legislativi di cui godono le due Camere e degli annessi uffici di Documentazione e Studi che per un brevissimo periodo ho frequentato, e vorrei anche tralasciare concetture più o meno fantasiose sulla legge elettorale, sui limiti del potere giudiziario e degli Organi di controllo, vorrei, se il contesto me lo concede, giusto accennarvi, a bassa voce, ad alcune proposte!

a-       Togliere ai politici la possibilità di autodeterminarsi da un punto di vista economico-finanziario, affidarlo ad organi esterni, tipo CNEL o Corte dei Conti.

Sottrarre ai partiti tutta quella serie di poteri e/o attribuzioni in base alle quali essi possono attraverso norme di legge migliorare, in maniera scorretta i propri poteri; il fine non è il miglioramento di quel o di quell’altro partito, ma unicamente gli interessi della collettività presa come corpo unico (vedi legge elettorale)

b-      Vietare il cumulo delle cariche, l’eventuale aggiunta di carica, tipo ad esempio Pres.za di una Commissione, deve essere effettuata a titolo gratuito.

c-       Avete mai sentito parlare della Certificazione di Qualità a cui certe aziende decidono di sottoporsi? Ebbene io l’applicherei anche ai politici e all’operato del Governo inchiodandoli con parametri di efficacia e efficienza al loro programma; trattasi di parametri di tipo anche matematico che se non venissero, annualmente rispettati imporrebbero l’obbligo delle dimissioni.

d-      In ottemperanza al precetto costituzionale che impone il decentramento politico-amministrativo, diversificherei o eliminerei le Regioni dando vita a formazioni territoriali come i lander in Germania, molto più adatti a far fronte alle diverse esigenze locali e di gran lunga più vicini alle istanze provenienti dalla collettività.

e-       L’adozione da parte di tutti gli organi dello Stato, di un Codice Etico, che impongano la primarietà di valori etici e morali anche là dove essi contrastino con norme anche di valore costituzionale (vedi ultime sentenze della Corte Costituzionale che frena sul decreto taglia superstipendi, tutelando in tal modo anche i loro lauti stipendi, e non difende il Diritto Costituzionale continuamente eroso dalle Direttive europee e della Troika – tra l’altro il Ministro Grilli, il principe di questi Direttori si oppone anche a un tetto per questi stipendi, alla faccia dei politici…-)

f-        Dare più potere d’acquisto al meridione per consentire alle aziende del nord di lavorare di più.

 

Per il momento penso che basti, altre idee mi verranno, casomai ve ne parlo un’altra volta, per il momento vi lascio un buon fine settimana…

Read Full Post »

Tempus fugit…?!

Immagine

 

IL TEMPO E’ UN’INVENZIONE DELLE PERSONE INCAPACI DI AMARE.

Read Full Post »

Immagine

 

Quando si parla di politica, il più delle volte la nostra capacità di analisi e di critica, si articola, come è giusto che sia, su organi del tipo Parlamento, Governo, Presidenza della Repubblica a volte CSM, ma non si è mai focalizzata su Organi Costituzionali come la Corte Costituzionale o Organi di rilievo costituzionale come la Corte dei Conti, Consiglio di Stato o CNEL.

Faccio questa affermazione perché presumo che se le cose in Italia vanno male, la responsabilità va ripartita anche verso quegli organi, come quelli citati in precedenza, che hanno primariamente una funzione di controllo che esercitano o poco o male!

Ora non vorrei tediarvi con discorsi di tecnica legislativa circa attribuzioni, responsabilità e procedimenti, né tantomeno vorrei sottoporre alla Vostra attenzione episodi del tipo: << come mai la Legge sulla costituzione del Fondo salva Stati abbia dovuto superare il veto della Corte Costituzionale tedesca, e la stessa procedura non è stata seguita dalle omologhe Corti Costituzionali degli altri Paesi europei?!>>

Forse il Diritto tedesco è apportatore di un interesse superiore, Stakeholder, rispetto a quello degli altri Paesi europei?

No, non è di questo che vorrei parlarvi, volo un pò più basso!

Ve la ricordate la legge sul finanziamento pubblico ai partiti, Legge n. 195 del 02/05/1974?

Vi ricordate il referendum abrogativo, promosso dai radicali nel 1993 con cui il 90,3% degli italiani decidono di abrogare la Legge sul finanziamento pubblico ai partiti?

Vi ricordate la Legge n. 515 del 10/12/1993 con cui il Parlamento aggiorna la già esistente legge sui rimborsi elettorali, con cui estendendo in maniera spropositata finanziariamente tale legge, di fatto aggira la volontà popolare espressa dal referendum abrogativo del 1993(!?)

In pratica il Parlamento con la Legge n. 515 contravviene, con un artifizio tecnico-giuridico, all’indirizzo espresso dalla popolazione con l’abrogazione della Legge sul finanziamento pubblico ai partiti.

Ebbene nessun Organo dello Stato preposto al controllo sulla legittimità di questa legge truffa, si è espresso, neanche sul merito di questa legge!

Il Presidente della Repubblica l’ha firmata, Giovanni Leone.

Corte Costituzionale, Corte dei Conti,  e sotto certi aspetti Consiglio di Stato e Cassazione, non hanno rilevato nessuna anomalia?!

A Voi le conclusioni… … …?!

Read Full Post »

crateri

il blog di eliana petrizzi

Photo Designer and Art Interior

L'Arte della fotografia intesa come espressione di vita.

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Samantha Perazzani

Hotel, Resorts & Brands Advisor

fotografia najwidoczniej realna

Wszystko, co nie pozwala przejść obojętnie...

Célebes 3.0

La versión 3.0 (beta) de Célebes

Spunti da asporto

(Oggi mi sento un fagiolo. Ma non lo sono)

Paradiso con due dita...

nulla è sprecato se fatto con amore =-)

federicabiasco.wordpress.com/

Mi sento un po' come un contenitore di chiacchiere, come una cassetta della posta, tutti ci imbucano qualcosa e poi se ne vanno più leggeri, mentre io mi sento sempre più pesante.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

ALIENA COME TE

Perché non nasciamo con il manuale d'istruzioni

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: